rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Attualità

Scuola, il gruppo “Genitori Salerno Sì Dad” scrive al neo ministro Bianchi

A firmare la missiva gli amministratori Antonio Ilardi e Mary Buono

Il gruppo Fb “Genitori Salerno Sì Dad” ha inviata una lettera al Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi per chiedere di riattivare la didattica a distanza in tutte le scuole di ogni ordine e grado in tutta Italia. A firmare la missiva gli amministratori Antonio Ilardi e Mary Buono. 

La lettera: 

Le evidenziamo che centinaia di madri e padri Le stanno civilmente rappresentando, in questi giorni, a commento del post del Suo giuramento pubblicato sulla pagina Fb del Ministero dell'Istruzione, che la Dad è Scuola esattamente come è Scuola l’Università Telematica in cui insegna.  I contagi stanno aumentando vertiginosamente in tutti gli Istituti di ogni ordine e grado, determinando peraltro, ovunque, innumerevoli interruzioni della continuità didattica a causa dell'assenza di tantissimi docenti affetti da Covid o sottoposti al regime di quarantena. Le varianti del Virus rappresentano un grave pericolo per l'intero Paese, come recentemente attestato dallo stesso CTS e dal Prof. Walter Ricciardi, consulente del Ministro della Salute per l'emergenza Covid, in occasione della sospensione delle attività sciistiche recanti minore rischio specifico di quello scolastico. La Scuola, suo malgrado, è un potente acceleratore della diffusione dell'epidemia, come è attestato dalle autorità preposte, le quali hanno rilevato l'incremento di tutti gli indici di contagio a far data dalla ripresa delle attività scolastiche in presenza. La invitiamo, pertanto, caldamente a riattivare la Dad in tutte Scuole di ogni ordine e grado per evitare la tragica perdita di altre vite umane, il collasso delle strutture sanitarie e la conseguente paralisi dell'economia.In via gradata, qualora si assumesse la responsabilità del rientro in presenza malgrado la gravità dell'attuale contesto epidemico, Le chiediamo di consentire la fruizione della Dad sulla base della libera scelta delle famiglie e senza alcuna condizione di accesso, considerato che il diritto alla salute non può soggiacere all'obbligo scolastico. Buon lavoro! Viva cordialità”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, il gruppo “Genitori Salerno Sì Dad” scrive al neo ministro Bianchi

SalernoToday è in caricamento