Venerdì, 22 Ottobre 2021
Attualità

Iva a credito: PMI Imprese Italia presenta una mozione al PNRR

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

In origine Flavio Boccia , Presidente di Pmi Imprese italia , insieme alla classe dirigente avevano stilato un disegno di legge riforma di parte del sistema fiscale riferito alle piccole e medie imprese, in base alle esigenze degli imprenditori ed in base a come si comportano gli altri stati membri, dove diverse nazioni, in passato arretrate economicamente e strutturalmente oggi solo il volano della crescita economica europea, tale disegno di legge per ragioni di opportunità ed incidenza è stato girato al governo come mozione sul PNRR

Secondo Pmi Imprese Italia il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, risulta essere un momento storico per apportare le modifiche strutturali e fiscali in grado di supportare le imprese in termini fiscali per consentire una maggiore competitività europea ed internazionale.

I punti salienti della mozione presentata riguarda la richiesta di un cambiamento radicale nella imosizione di Tasse, Iva , sistema finanziario ecc. , le richieste più importanti sono:

  1. Pagamento da parte dell'agenzia direttamente sul conto corrente ogni trimestre dell'Iva a Credito, cosa che avviene normalmente negli altri paesi membri, sicuramente l'IVA italiana che si ricorda essere una partita di giro deve essere equiparata fiscalmente a quella europea. Grazie a questa variazione si prevede un immissione di liquidità nelle aziende, per un credito dovuto, oggi utilizzabile solo in sede di compensazione delle imposte e solo la dichiarazione iva annuale che determina la certezza del credito.
  2. L'esenzione dell'Iva all'origine per tutte le attrezzature ed arredamenti destinati alle pratiche di finanza agevolata per i giovani imprenditori, in quanto le leggi agevolative coprono solo la parte imponibile e troppo spesso il 22% dell'iva risulta essere letale per il proseguimento dell'esperienza imprenditoriale dei giovani che già hanno l'obbligo di pagare la totalità delle fatture dei fornitori per richiedere il saldo del finanziamento agevolato.
  3. Viene richiesta, l'utilizzo e lo sconto immediato da parte delle Banche delle così dette garanzie dello stato (legge 662/96) , dove attraverso Medio Credito Centrale, se esistono i presupposti viene rilasciata una garanzia reale sino al 90% da parte dello Stato della richiesta di finanziamento da parte dell'impresa, troppo spesso gli Istituti di credito non erogano nonostante la garanzia  li garantirebbe sul rischio e li salvaguarda rispetto ai principi di Basile 4.

Inoltre si chiede di far applicare e di far utilizzare alle banche la Garanzia delle Stato, sempre attraverso Medio Credito Centrale,  la cui  circolare oramai decennale prevede il rilascio di una garanzia sino a € 2.500.000,00 per le aziende in fase di Start-Up , che non hanno quindi documentazione reddituale, finanziando in questo modo l'idea progettuale, in questo modo si può incentivare la crescita delle Start-Up Innovative, dove si darebbe uno slancio in sede di competitività nazionale importante per le imprese sopratutto innovative.

Insomma sul tavolo del Governo, dove sono presenti molte mozioni di diversi organizzazioni e gruppi politici, il presidente Boccia ha cercato di adeguare l'Italia agli altri stati membri che posso portare vantaggi in termini di competitività, chiedendo al Governo di spostare un poco l'attenzione sul finanziare opere strutturali nazionali, alimentando il motore economico delle Piccole e medie imprese italiane che si ricorda essere il motore economico del paese.

Dichiara Boccia " il Governo Draghi ha chiesto all'Europa un ulteriore integrazione di circa 30 miliardi di Euro per finanziare i progetti presentati dalle Regioni, Province e Comuni, stessa cosa dovrebbe fare per le Pmi, la cui crescita economica renderebbe possibile il pagamento dei debiti che l'Italia sta facendo nei confronti di Bruxelles"   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iva a credito: PMI Imprese Italia presenta una mozione al PNRR

SalernoToday è in caricamento