Ascea, il Ministro Costa allerta i volontari e salva una trigone impigliata ad una lenza

Il Ministro: "Ora questo trigone è salvo e libero, ma quanti pesci, crostacei o comunque fauna marina, in questo momento stanno lottando tra la vita e la morte per colpa nostra?"

Una amara sorpresa, oggi, in Cilento. Ad Ascea, nei pressi del nido in schiusa alla Scogliera, il ministro Costa ha trovato una Trigone Viola, nota anche come Pastinaca Pelagica, impigliata in una lenza da pesca attaccata ad una busta di plastica.  "Matteo Corrado, un nostro volontario che era di turno al presidio, è stato chiamato per aiutarlo. - si legge sulla pagina Facebook Tartarughe Marina in Campania -  È inutile che ci indignamo e protestiamo contro gli amministratori locali, oppure contro ignoti, se poi non facciamo per primi la nostra parte.  Lasciare plastica in spiaggia, o residui di pesca, gettare le cicche a terra, utilizzare la plastica monouso (che una direttiva europea aveva vietato a partire da quest' anno, ma a causa del COVID non è poi stata recepita ed applicata) non sono disattenzioni, sono gravi gesti di incuria verso l'ambiente".

I volontari

Ringraziamo il ministro Costa per aver dato il buon esempio e cogliamo l' occasione per ribadire che TUTTI voi avete il potere di cambiare le cose!  Oggi, adesso, ora.

Il racconto del Ministro Costa

Stamattina mentre mi trovavo in spiaggia con mia moglie, ad Ascea Marina, nel parco del Cilento, ho notato qualcosa di scuro che si agitava in acqua. Mi sono avvicinato e ho visto un trigone viola, un pesce simile a una razza, che non riusciva a nuotare. Non si muoveva perché la coda era intrappolata in una busta di plastica. Facendo attenzione a non ferirlo, ma anche a non essere punto, l’ho portato in acque più basse e con un paio forbici sono riuscito a liberarlo e a lasciarlo libero di nuotare ancora. 

C’erano tante persone e molti dicevano: “non immaginavo, non credevo, è mai possibile...?” Purtroppo sí, lo è.  Ora chiedo: di chi sarà stata quella busta? Sicuramente di qualcuno di noi, forse qualcuno che l’ha usata per la spesa, l’ha portata in spiaggia e per caso è volata via posandosi in acqua e... “vabbè ormai è andata".  Questi sono i danni che ognuno di noi, nella propria quotidianità, può creare, senza neanche rendersene conto. Proviamo a cambiare stile di vita? Possiamo provare a fare la spesa con sacchetti di stoffa? Possiamo non usare bicchieri di plastica monouso? La legge può bandirli, e lo stiamo facendo, ma non serve alcuna legge per iniziare a farlo. Ora questo trigone è salvo e libero, ma quanti pesci, crostacei o comunque fauna marina, in questo momento stanno lottando tra la vita e la morte per colpa nostra?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ps non dimenticate di votare, io lo farò domani a Napoli. Buon voto a tutti!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lockdown? Arcuri lo boccia, la Campania rinuncia e procede con la didattica a distanza. Chiesti bonus e congedi parentali

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti-bar, si fermano palestre e cinema

  • Fisciano, carabiniere si uccide con un colpo di pistola

  • Covid-19 a Battipaglia, 112 casi e 1 decesso. La sindaca Francese: "Ci sono i primi sintomatici, coinvolgere i medici di base"

  • Restrizioni per le norme anti-Covid: Sal De Riso chiude i battenti, l'annuncio

  • De Luca sulle proteste in Campania: "Non cambiamo una virgola, subito il piano socio-ecomico", solidarietà da Strianese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento