Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità

Corteo del "Gay Pride" a Napoli: parteciperà per la prima volta anche De Luca

Con lui l'assessora all'Istruzione della Regione Campania Lucia Fortini e la vicepresidente del Consiglio regionale della Campania Loredana Raia

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha annunciato la sua presenza al Napoli Pride di sabato 29 giugno. Lo fa sapere il comitato Napoli Pride, evidenziando: "Il presidente, che ha sempre riconosciuto il valore del Pride attraverso la concessione del patrocino morale della Regione Campania, parteciperà per la prima volta al corteo Pride e sarà insieme agli organizzatori e alle altre istituzioni in testa al corteo". Con lui l'assessora all'Istruzione della Regione Campania Lucia Fortini e la vicepresidente del Consiglio regionale della Campania, Loredana Raia.

L'annuncio

"La partecipazione del presidente De Luca rende ancora più forte il nostro Pride - dichiara Antonello Sannino del comitato Napoli Pride -. Mentre la Regione Lombardia nega il patrocinio al Pride, dalla più grande regione del sud Italia e da Napoli arriva un grande segnale al Paese intero. Con noi al Pride il sindaco di Napoli e della Città Metropolitana, Gaetano Manfredi, il presidente della Regione e molti altri sindaci della Campania. Ricordo De Luca, allora sindaco della sua città, al Pride Park di Salerno nel 2012, ad un evento con Mina Welby, ma oggi la sua presenza al corteo, insieme a Fortini, è un segnale importantissimo di vicinanza delle istituzioni democratiche sul nostro territorio. Ricordo inoltre che, mentre veniva bocciato il ddl Zan, la nostra Regione Campania e il presidente De Luca approvavano la legge regionale contro l'omotransfobia. E, se la rivoluzione non può essere più generale, ma parte dai territori, con i territori, citando la grande Luciana Castellina, ancora una volta Napoli e la Campania diventano baluardo di resistenza e terra di rivoluzione. Speranza e certezza per il Paese tutto".

L'ironia di Iannone 

Immediata la reazione del senatore e commissario regionale di Fratelli d'Italia Antonio Iannone: “Esattamente una settimana fa mi ero soffermato sulla presenza di De Luca alla manifestazione della Schlein anticipando anche la probabile partecipazione del governatore campano al gay pride di Napoli proprio per mettere in evidenza la completa sudditanza al suo senso dell’opportunismo dopo che per lui le elezioni europee sono andate nel peggiore dei modi. Ebbene, come avevo previsto, De Luca sarà al gay pride della città partenopea. L’ennesima dimostrazione di come il lupo è diventato pecora. Per pietire una ricandidatura e’ pronto a tutto, facendo tesoro del motto di colui che disse se le mie idee non vi piacciono posso sempre cambiarle. Governatore, un minimo di dignità!”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corteo del "Gay Pride" a Napoli: parteciperà per la prima volta anche De Luca
SalernoToday è in caricamento