rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Attualità

Scuola e Covid: niente più mascherina, dad e distanziamento, le nuove indicazioni del Ministero

Il vademecum del Ministero dell’Istruzione indica la promozione di buone pratiche anti-contagio come l’etichetta respiratoria (comportamenti consigliati per evitare il passaggio di virus respiratori da persone a persona, ad esempio coprirsi la bocca quando si starnutisce o in caso di colpi di tosse, usando fazzoletti di carta da buttare subito via, oppure in mancanza di questi starnutendo nella piega del gomito ndr)

Diffuso, dal Ministero dell’Istruzione, il vademecum Covid per la scuola, con le nuove regole per mascherine, Dad e quarantena, valide in classe per l’anno scolastico 2022/23 (scuola dell’infanzia, primaria, medie e superiori). La prima novitàriguarda le nuove regole per i dispositivi anti-Covid: a scuola dal 1 settembre non ci sarà più l’obbligo di indossare la mascherina (chirurgica o Ffp2) per gli alunni, i professori e chi svolge il proprio lavoro negli istituti scolastici o nella scuola dell’infanzia. Le mascherine Ffp2 rimarranno solo per i lavoratori e gli alunni fragili. Ai lavoratori le mascherine saranno fornite dalla scuola, oltre a dispositivi per la protezione degli occhi, in base alle indicazioni mediche. Mascherine obbligatorie anche per chi ha tosse e raffreddore (vedi sotto) e va a scuola.

A scuola con la tosse lieve

Sarà possibile frequentare le lezioni con sintomi lievi che non sono necessariamente legati al Covid, come un leggero raffreddore o tosse, indossando in questo caso mascherine chirurgiche o Ffp2. In caso di sintomi respiratori acuti (tosse e/o raffreddore) con difficoltà respiratoria, vomito, diarrea e perdita del gusto o dell’olfatto o mal di testa intenso e febbre superiore a 37,5°, invece, non sarà possibile recarsi a scuola.

Il protocollo in caso di contagi

Nel caso in classe uno studente risulti positivo al Covid, le nuove regole prevedono l’isolamento solo dell’alunno in questione, ma non la quarantena né la Dad per gli altri. L’alunno risultato positivo al Covid potrà far rientro a scuola solo dopo un tampone negativo (non fai-da-te). Nel caso uno o più allievi di una classe risultino positivi è previsto una sanificazione straordinaria degli ambienti. 

L'etichetta respiratoria

Il vademecum del Ministero dell’Istruzione indica poi delle azioni come il ricambio frequente dell’aria negli ambienti comuni della scuola e nelle aule, la sanificazione periodica degli spazi (a cui si aggiunge quella straordinaria nel caso di alunni postivi) e anche la promozione di buone pratiche anti-contagio come l’etichetta respiratoria  (comportamenti consigliati per evitare il passaggio di virus respiratori da persone a persona, ad esempio coprirsi la bocca quando si starnutisce o in caso di colpi di tosse, usando fazzoletti di carta da buttare subito via, oppure in mancanza di questi starnutendo nella piega del gomito ndr) e l’igiene delle mani.

 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola e Covid: niente più mascherina, dad e distanziamento, le nuove indicazioni del Ministero

SalernoToday è in caricamento