menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sabato da bollino nero sulle strade: la mappa del traffico, disagi in vista per lo sciopero

Oltre alle code per l'esodo, dalla giornata di domani attenzione a possibili disagi lagati a uno sciopero nazionale, quello di 4 ore indetto dal personale, anche stagionale, delle concessionarie autostradali

Sabato da bollino nero sulle autostrade d'Italia. Oggi, 8 agosto 2020, si prevede il grande esodo, con particolari difficoltà in uscita dai grandi centri urbani, in direzione di mare e zone di villeggiatura. Il "traffico critico" è in vigore nelle ore diurne, mentre in quelle notturne è previsto bollino rosso.

L'elenco dei tratti più trafficati

A22, lungo l'intera tratta e in particolare in prossimità delle uscite per le località di montagna; A4, in uscita da Milano, tra Sommacampagna e l'allacciamento con la A22, tra Padova e Quarto d'Altino, e più generalmente lungo l´intero tratto veneto e friulano fino alla Barriera di Lisert; A6 tra Torino e Savona; A8/A9, in prossimità del confine di Stato con la Svizzera; A10 tra Genova e Ventimiglia; A12 tra Genova e Viareggio; A15 tra Parma e La Spezia; A1, tra Piacenza e il bivio con la A15, nel nodo bolognese e in quello fiorentino, tra Roma e Cassino e tra Caserta e l´allacciamento con la A30; A3, tra Napoli e Salerno; A14, tra Bologna e Cattolica e tra Ancona e Vasto; A30 tra l'allacciamento con la A1 e il raccordo Salerno-Avellino; A23, in prossimità del confine di Stato con l´Austria dall´intersezione con la A4.

Lo sciopero

Come ricorda Today, dalla giornata di domani attenzione a possibili disagi lagati a uno sciopero nazionale, quello di 4 ore indetto dal personale, anche stagionale, delle concessionarie autostradali. Le giornate interessate sono quelle del 9 e 10 agosto: nella giornata di domenica saranno coinvolti gli addetti all’esazione ai caselli e lunedì il personale tecnico amministrativo. A proclamare la protesta sono Filt Cgil, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl Viabilità e Logistica “a seguito delle relazioni sindacali critiche ed in alcuni casi addirittura inesistenti con le associazioni datoriali Fise Acap e Federreti e con le dirigenze aziendali dei concessionari, che rischiano di mettere a repentaglio la tenuta del contratto nazionale”. “Alla base della protesta - spiegano le organizzazioni sindacali - il ricorso eccessivo alla cassa integrazione, anche dopo la fine del lockdown, e le modifiche unilaterali a orari e turni di lavoro rispetto alle previsioni del contratto nazionale, che in alcune concessioni hanno avuto conseguenze sul servizio agli utenti per il mancato rispetto delle norme del Ministero dei Trasporti sui presidi minimi dei caselli”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento