rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Attualità

Trapianti d'organo: siglato il protocollo d'intesa a Palazzo di Giustizia di Napoli

"Ci sono in Italia- ha detto il presidente De Luca- circa 10mila persone in attesa di un trapianto e di queste circa 600 muoiono per non avere ricevuto l'organo. Tutto questo chiama in causa la nostra coscienza"

Si è tenuta, oggi, a Palazzo di Giustizia di Napoli "A. Criscuolo" la conferenza stampa per la sottoscrizione del protocollo d'intesa sull’importante tema dei trapianti d'organo, tra la Regione presieduta dal Governatore Vincenzo De Luca con il Procuratore Generale della Repubblica Luigi Riello, l'Avvocato Generale della Repubblica Antonio Gialanella e con l’adesione di tutti i Procuratori della Repubblica del Distretto della Corte di Appello di Napoli.


"Un esempio straordinario, l'unico in Italia di collaborazione tra autorità giudiziaria e regionale in tema di trapianti d'organo", ha dettoDe Luca al Nuovo Palazzo di Giustizia di Napoli, recentemente intitolato al giurista di lungo corso e già presidente della Corte Costituzionale Alessandro Criscuolo. Con l'accordo, si disciplina il rapporto tra autorità giudiziaria e autorità sanitaria regionale riguardo l'espianto di organi e tessuti in caso di decesso di potenziali donatori causato da eventi che possono costituire dei reati (come sinistri stradali, omicidi volontari, infortuni sul lavoro e responsabilità professionale a quali aggiunge il caso della morte di soggetti detenuti).

L'obiettivo

Per De Luca il protocollo che snellisce i rapporti tra l'autorità giudiziaria e quella sanitaria regionale, tocca un tema "estremamente delicato e questa testimonianza di solidarietà e di impegno civile è un segnale di grande valore per la nostra comunità perché il tema della donazione è da sempre delicato".  "A volte - ha ricordato il governatore della Campania, come riporta l'Ansa - si incontrano barriere psicologiche che vanno superate". "In questi due anni di Covid - ha ricordato De Luca - si sono ridotte le donazioni di sangue, di organi, di tessuti e con questo protocollo riprendiamo l'attività di aiuto per le persone più fragili e deboli". "Ci sono in Italia- ha detto ancora il presidente De Luca- circa 10mila persone in attesa di un trapianto e di queste circa 600 muoiono per non avere ricevuto l'organo. Tutto questo chiama in causa la nostra coscienza".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trapianti d'organo: siglato il protocollo d'intesa a Palazzo di Giustizia di Napoli

SalernoToday è in caricamento