Rischio usura nella Fase 2: l'incontro tra Prefettura, Anci e associazioni

Il Prefetto ha assicurato che i contributi emersi saranno condivisi nella riunione del tavolo per l’accesso al credito con la partecipazione delle banche di credito cooperativo

Il Prefetto Russo

La Fase 2 è caratterizzata da una graduale riapertura di tutte le attività economiche. Uno dei pericoli da attenzionare maggiormente è legato al fenomeno dell'usura e dell’ingresso di capitali di provenienza illecita nell’economia legale. La prevenzione di questi fenomeni, quindi, è tra gli obiettivi principali che la Prefettura di Salerno sta perseguendo in questa fase di gestione dell’emergenza da Covid-19, in attuazione delle specifiche direttive del Ministro dell’Interno.

Il comitato

Con tale finalità il Prefetto di Salerno ha inteso potenziare l’attività di ascolto sul territorio delle esigenze di famiglie e imprese, anche per il tramite del Comitato di solidarietà per le vittime dell’usura, allo scopo di intercettare eventuali tentativi di avvicinamento da parte di soggetti dediti all’usura e di organizzazioni criminali. Un primo monitoraggio del fenomeno è stato effettuato stamani, nel corso di una video-conferenza convocata dal Prefetto Russo, alla quale hanno preso parte il comandante provinciale della Guardia di Finanza, i sindaci di Pollica e Bellizzi in rappresentanza di ANCI Campania e le Associazioni del settore Porta Aperta, S.O.S. Impresa, Emergenza Legalità e Nashak Reintegrazione Solidale.

L'incontro

Nel corso dell’incontro sono state rappresentate le difficoltà nell’accesso al credito e, in particolare, ai finanziamenti garantiti dallo Stato previsti con i Decreti Cura Italia e Liquidità da parte delle imprese, con un focus dedicato anche a quelle che, essendo state segnalate per non aver adempiuto agli impegni pregressi con le banche, risultano escluse dal beneficio.

In particolare, è stata sottolineata l’importanza che le procedure degli Istituti di credito per l’erogazione dei contributi vengano completate in tempi rapidi e con la massima flessibilità consentita dalla normativa, proprio al fine di evitare che gli imprenditori in carenza di liquidità ricorrano a offerte di aiuto, di provenienza illecita, pur di assicurarsi la sopravvivenza sul mercato. Il Prefetto Russo, sintetizzando alcuni contenuti del tavolo parallelo attivato in Prefettura sul tema dell’accesso al credito, con la partecipazione di ABI e Banca d’Italia, ha ribadito la necessità di segnalare alla Banca d’Italia, attraverso l’apposita sezione del sito istituzionale, tutte le situazioni di anomalia o difficoltà che le imprese dovessero incontrare nel dialogo con gli Istituti di credito e nell’iter per la concessione del finanziamento. Nel contempo, ha invitato le Associazioni presenti a mantenere alto il livello di attenzione per intercettare segnali di difficoltà degli imprenditori, che potrebbero essere indice di condizionamento ai fini di usura, da veicolare immediatamente alle Forze di Polizia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al termine dell’incontro, il Prefetto ha assicurato che i contributi emersi saranno condivisi nella riunione del tavolo per l’accesso al credito, già convocata per il prossimo 18 maggio con la partecipazione delle banche di credito cooperativo, allo scopo di rinsaldare quel circuito virtuoso tra Istituzioni, Enti Locali, mondo bancario e creditizio e Associazioni che rappresentano gli interessi di famiglie e imprese, prezioso strumento di contrasto all’insorgenza dell’usura e di altri fenomeni delittuosi nell’attuale contesto emergenziale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lockdown? Arcuri lo boccia, la Campania rinuncia e procede con la didattica a distanza. Chiesti bonus e congedi parentali

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Superenalotto, la Dea bendata bacia Salerno: vinti 25mila euro

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti-bar, si fermano palestre e cinema

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento