menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccini distribuiti senza considerare il numero degli abitanti: la Regione Campania dice "no"

La Campania ribadisce con forza il dissenso su questo modo di procedere ed insisterà nella richiesta di commisurare il piano di attribuzione dei vaccini a criteri oggettivi, che evitino qualsiasi disparità di trattamento e deprecabili competizioni territoriali

Attribuire i vaccini anti-Covid per la prima fase, senza considerare criteri oggettivi di fabbisogno legati al numero degli abitanti dei territori: questo il piano di distribuzione illustrato alle Regioni dai Ministri Boccia e Speranza e dal commissario Arcuri. La Campania ha proposto che in fase di prima ripartizione del vaccini si tenesse conto della popolazione delle singole Regioni. Ma tale proposta non è stata accolta, e si sta procedendo con un Piano che prevede "evidenti ed immotivati squilibri fra le quote destinate alle diverse Regioni".

La nota

La Campania ribadisce con forza il dissenso su questo modo di procedere ed insisterà nella richiesta di commisurare il piano di attribuzione dei vaccini a criteri oggettivi, che evitino qualsiasi disparità di trattamento e deprecabili competizioni territoriali.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento