rotate-mobile
Attualità

De Luca all'attacco: "I rapper che incitano i giovani alla violenza vanno messi in galera"

Il governatore a tutto campo nell'ultima diretta social prima delle vacanze. Allarme giovani: "Siamo arrivati al punto che di notte succede di tutto e sembra che lo stato non esista"

"Siamo arrivati al punto che di notte succede di tutto e sembra che lo stato non esista. Siamo arrivati al punto che bisogna avere i brividi addosso quando una ragazza o un ragazzo escono nel fine settimana".  È l'allarme lanciato dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel corso dell'ultima diretta del venerdì prima della pausa estiva.

I giovani

Al centro dell'intervento del governatore i giovani ed i numerosi casi di violenza registrati nelle ultime settimane: "Mi raccontano storie assurde: ragazzini di 15 anni che escono con i coltellini per scontrarsi coi coetanei. Mi hanno raccontato che in alcune discoteche è diventata diffusa l'abutidine di alcuni rapper, squinternati tatuati fino alle orecchie, che fanno appello ai ragazzi che ballano perché si forniscano del 'ferro'. Nei confronti di certi personaggi c'è bisogno della galera. Cose dell'altro mondo. Questi fenomeni stanno diventando la norma. Rischiamo di perdere un'intera generazione se non cominciamo a prendere misure serie e concrete. C'è bisogno di nuove azioni per la sicurezza". 

Sanità

De Luca si è soffermato anche sulla questione sanità. "Spegnete la tv quando parlano della sanità campana - ha affermato - perchè fanno campagna elettorale. Quello che succede qui avviene moltiplicata per 10 in tanti pronto soccorsi del nord e del centro". 

Governo

Inevitabile il passaggio sul governo alla luce del Decreto Aiuti approvato ieri. "Il governo - ha sottolineato - ha assunto misure ieri molto limitate relative alle pensioni, alle bollette di luce e gas e alle imprese. L'impegno complessivo è di 17 miliardi ma è del tutto evidente che le misure non incidono in maniera sostanziale sulla situazione pesante per famiglie e imprese". "Le bollette della luce - ha aggiunto De Luca - raddoppiano o triplicano, nell'anno in corso scadono alcuni contratti di fornitori e avremo un aumento del 300% del prezzo gas e luce. Il tutto accentuato da situazioni internazionali di crisi e guerra. In questi giorni alcuni esponenti politici americani aumentano le aree di crisi e tensione. La presidente della Camera Usa Nancy Pelosi non aveva meglio da fare che andare a fare cose idiote a Taiwan per aumentare la crisi con la Cina". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Luca all'attacco: "I rapper che incitano i giovani alla violenza vanno messi in galera"

SalernoToday è in caricamento