Premio "Ercole Olivario", le migliori produzioni olivicole italiane: sette sono campane

Tra i 98 finalisti della 28esima edizione dell’Ercole Olivario, il prestigioso concorso nazionale dedicato alle migliori produzioni olivicole italiane, sette sono le aziende campane selezionate durante le sessioni di assaggio regionali

Tra i 98 finalisti della 28esima edizione dell’Ercole Olivario, il prestigioso concorso nazionale dedicato alle migliori produzioni olivicole italiane, sette sono le aziende campane selezionate durante le sessioni di assaggio regionali. A partire da lunedì 20 aprile, attraverso i canali social del premio Ercole Olivario (https://www.facebook.com/premioercoleolivario, https://www.instagram.com/ercoleolivario) verranno svelate, ogni giorno, per la prima volta nella storia del concorso, le aziende che hanno superato le selezioni, all’interno di una sessione di assaggio regionale. 

Il concorso

Il concorso ha infatti un disciplinare molto rigido, che da questa edizione, ha dato la possibilità di entrare in finale, soltanto a coloro che hanno ricevuto un punteggio pari o superiore a 70/100 alle selezioni regionali. Sarà un viaggio virtuale in Italia, ci fermeremo soltanto in quei luoghi e in quei piccoli Comuni, dove ha sede l’azienda #finalistaercoleolivario2020, che ha scelto di fare un prodotto di alta qualità, l’olio extravergine di oliva, Dop/Igp. Il viaggio dell’Ercole 2020, toccherà la Campania con sette aziende finaliste e passerà poi per le altre Regioni ad alta vocazione olivicola presenti al concorso, grazie alle aziende partecipanti: l’Abruzzo con otto aziende, la Basilicata con due aziende, la Calabria con cinque aziende, l’Emilia Romagna con un’azienda, il Lazio con sedici aziende, la Liguria con un’azienda, le Marche con un’azienda, la Puglia con undici aziende, la Sardegna con dieci aziende, la Sicilia con dieci aziende, la Toscana con nove aziende, il Trentino Alto Adige con due aziende, l’Umbria con quattordici aziende e il Veneto con un’ azienda.

 
“Neanche per un attimo abbiamo pensato di fermarci – ha dichiarato Giorgio Mencaroni, Presidente della Camera di Commercio di Perugia - L’Ercole Olivario non lascerà sole le proprie imprese e anche questo anno, stiamo lavorando per loro, per rendere merito e omaggio alla qualità dei loro oli, i migliori d’Italia. Certo, abbiamo modificato il percorso del concorso, apportando modifiche che lo rendessero compatibile con le limitazioni imposte dalla normativa antivirus. Ma ci saremo e l’Ercole 2020 promette di essere all’altezza delle precedenti edizioni.”

 La premiazione

Appena sarà possibile, si terrà la premiazione ufficiale del Premio Nazionale Ercole Olivario che darà riconoscimento, quest’anno, ai primi classificati di ciascuna delle due categorie in gara (DOP/IGP ed EXTRA VERGINE) per le tipologie fruttato leggero, fruttato medio e fruttato intenso. Gli altri conferimenti quest’anno saranno:

la Menzione di Merito Giovane Imprenditore, che andrà ai migliori titolari under 40 degli oli ammessi in finale con un punteggio superiore a 75/100;

il Premio Speciale Amphora Olearia, all’olio finalista che recherà la migliore confezione (secondo i parametri stabiliti dal regolamento);

la Menzione Speciale “Olio Biologico”, al prodotto, certificato a norma di legge, che otterrà il punteggio più alto tra gli oli biologici finalisti;

la Menzione “Olio Monocultivar” (dedicata all’olio monocultivar che ha ottenuto il punteggio più alto).

Il Premio Ercole Olivario è organizzato dall’Unione Italiana delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura, in collaborazione con la Camera di Commercio di Perugia e il sostegno del Sistema Camerale Nazionale, delle associazioni dei produttori olivicoli, degli enti e delle istituzioni impegnate nella valorizzazione dell’olio extravergine di oliva italiano di qualità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Litorale di Salerno, spunta la diga soffolta per allungare la spiaggia

  • Salerno si stringe attorno a Carmine Novella, il Capitano ringrazia e promette: "Lotterò a testa alta"

  • Sviene quattro volte in un giorno e gira tre ospedali, poi il decesso: indagati 2 medici

  • "Forza Capitano!": Salerno fa il tifo per Carmine Novella

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Covid-19: muore un 34enne ad Agropoli, nuovi casi a Caggiano e Pagani

Torna su
SalernoToday è in caricamento