"Pontecagnano Faiano Solidale": un casco per preservare la bellezza durante la chemioterapia

Con il casco, il cui costo si aggira intorno ai 36.000 euro, le persone affette da cancro potranno dunque usufruire di un trattamento mirato a limitare ai minimi termini la caduta di capelli

Preservare la bellezza durante la chemioterapia: questo l'obiettivo dell'amministrazione comunale di Pontecagnano. Palazzo di Città ha ospitato, questa mattina, la conferenza stampa di presentazione di Pontecagnano Faiano Solidale, l’iniziativa finalizzata a sostenere la raccolta fondi per l’acquisto di un casco refrigerante da donare al Day Hospital Oncologico dell’Ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona.

Il progetto

Il progetto, che trova la sua massima espressione nel volto di Teresa Giordano, giovane salernitana che ha fatto della battaglia al cancro, combattuto dopo anni di intense terapie, la sua impresa più grande e la sua sfida più difficile, coinvolge una serie di attori di enorme pregio. Presenti all’incontro,tra gli altri Antonia Autuori, Presidente della Fondazione Comunità Salernitana; Lucio Ronca, Presidente del Cna Salerno; Prosperina Gallotti Trani, in rappresentanza dell’Inner Wheel Salerno e Clementina Savastano, Responsabile Day Hospital Oncologico dell’Ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona. Una fitta rete di donne ed uomini delle imprese, delle associazioni, del mondo della medicina e della società civile, che hanno sostenuto anche oggi, con forza e commozione, un percorso che mira ad incidere sul benessere psicofisico di quante e quanti siano costretti a sottoporsi a trattamenti chemioterapici.  Grazie all’utilizzo del casco, il cui costo si aggira intorno ai 36.000 euro, le persone affette da cancro potranno dunque usufruire di un trattamento mirato a limitare ai minimi termini la caduta di capelli, preservando la propria integrità fisica e psicologica.

Parla il sindaco Giuseppe Lanzara

“Trattare di questi temi è sempre difficile perché essi coinvolgono la sfera emotiva e riaprono le piccole e grandi ferite che ciascuno di noi porta irrimediabilmente nel cuore.

Eppure tutti sappiamo quanto sia necessario parlarne per tenere alta l’attenzione su una patologia diffusa, che anche la forza d’animo e lo spirito propositivo possono contribuire a debellare. Teresa è uno straordinario esempio di coraggio e di esperienza al servizio degli altri: noialtri possiamo emularlo per sensibilizzare l’opinione pubblica e raccogliere i fondi necessari per l’acquisto di uno strumento che sicuramente renderà meno dura la lotta al tumore”.

L'appello

Pontecagnano Faiano Solidale continuerà, nei prossimi giorni, con la consegna dei Pink Box  (salvadanai di colore rosa) negli esercizi commerciali, negli Istituti Scolastici ed in tutti quanti gli enti, gli organismi e le attività vorranno concorrere alla importante donazione al nosocomio salernitano. Sarà, inoltre, inviata a breve una richiesta a nome del Sindaco Lanzara e di tutti i Sindaci del comprensorio che stanno sposando questa importante causa al Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca affinchè contribuisca materialmente al progetto destinando una cifra significativa all’acquisto del casco, da sommare a quella già raccolta ad oggi dalla rete di enti ed associazioni a supporto di Teresa Giordano.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, Sarno si sveglia in lacrime: muore Michele, 38enne ricoverato al Ruggi

  • Suicidio a Salerno, si lancia dalla finestra e muore sull'asfalto

  • "Alimenti scaduti nel mio pacco": il direttore del Banco Alimentare risponde alla mamma di Pontecagnano

  • Covid-19, sospende il pagamento dell'affitto per gli inquilini in difficoltà: il bel gesto di una cittadina di Baronissi

  • Coronavirus: 1° contagio a San Mango e nuovo caso a San Severino, i nomi dei pazienti

  • Coronavirus: nuovi contagi a Baronissi e a San Valentino Torio, Valiante dà il nome

Torna su
SalernoToday è in caricamento