Salute Battipaglia

"Asma Zero Week", consulenze gratuite in Campania: due i centri nel salernitano

Da lunedì (7-11 giugno) parte "Asma Zero Week", la settimana pensata per sensibilizzare i pazienti sulla prevenzione degli attacchi d’asma e l’adozione di corrette strategie terapeutiche

Partirà lunedì "Asma Zero Week", la settimana pensata per sensibilizzare i pazienti sulla prevenzione degli attacchi d’asma e l’adozione di corrette strategie terapeutiche. A riguardo, è attivo il numero verde per prenotare consulenze mediche gratuite, in presenza, presso diversi Centri Specializzati della Campania, che anche quest’anno hanno aderito all’iniziativa (l’elenco completo dei centri è in fondo al comunicato e consultabile nella pagina web dedicata). Tra questi, ci sono i presidi di Battipaglia, presso l'ospedale "Santa Maria della Speranza", in via Forignano, 1, G.O.I. di Allergologia e il Medical R, in via Salita Purgatorio 10, a Prignano Cilento. Le visite sono previste la prossima settimana, dal 7 all'11 giugno, dietro prenotazione. 

Le info utili

Il numero verde attivo è il seguente: 800 62 89 89. Necessario per prenotare consulenze specialistiche gratuite. Sono 800.000 in Campania (mentre 3 milioni in Italia) le persone chiamate a convivere con questa malattia infiammatoria cronica delle vie aree. Dispnea, sensazione di costrizione toracica, tosse e broncospasmo sono i sintomi principali che richiedono l’attenzione dello specialista. La campagna è promossa da FederAsma e Allergia Odv - Federazione Italiana Pazienti, con il patrocinio della società Italiana di Allergologia, Asma ed Immunologia Clinica (SIAAIC) e della Società Italiana di Pneumologia (SIP/IRS), in partnership con AstraZeneca. Per prenotare una visita occorre chiamare il Numero Verde 800 628989 dal lunedì al venerdì (esclusi giorni festivi), dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00. Tutte le informazioni sui Centri aderenti e le modalità di prenotazione delle consulenze sono disponibili sul sito https://www.asmazeroweek.it/.

La malattia

Il trattamento costante dell’asma e la prevenzione dei sintomi acuti non devono essere trascurati o messi in discussione dai pazienti in tempo di pandemia Covid-19: diversi studi indicano dati rassicuranti per chi, come gli asmatici, fa uso di corticosteroidi inalatori.

 “Nonostante l’emergenza sanitaria, siamo lieti di partecipare per la prima volta come centro pneumologico extra-ospedaliero, quindi a diretto contatto con la realtà territoriale, a questa importante iniziativa dedicata alla prevenzione e alla cura dell’asma, che restano fondamentali per il benessere dei pazienti nella gestione di una malattia cronica” fa notare dichiara il dottor Gianfranco Scotto di Frega, Pneumologo presso l'ASL Napoli-2 Nord - Pozzuoli. “In realtà rispetto al Covid, diversi studi2,3 evidenziano notizie rassicuranti rispetto alla suscettibilità degli asmatici all’infezione da Covid, che appare ridotta. Da un lato, c’è stata una migliore aderenza terapeutica da parte dei pazienti con patologie croniche delle vie aeree nell’utilizzo costante di corticosteroidi inalatori, che ha portato a una diminuzione degli episodi di acutizzazione della malattia. Dall’altro, recenti studi mostrano che i pazienti con asma o broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) sono a minor rischio di ospedalizzazione in caso di Covid-19, grazie a un effetto protettivo sempre dei corticosteroidi inalatori (ICS)”.

 Un problema assai diffuso nell’approccio dei pazienti alla malattia è l’affidamento eccessivo dell’uso dei Sana, broncodilatatori beta2-agonisti a breve durata d’azione, che può diventare abitudine se non dipendenza e abuso. Attualmente la comunità scientifica tende a prendere le distanze dall’uso dei soli SABA, che agiscono sui sintomi e non sull’infiammazione sottostante, il cui uso regolare o frequente può essere un segno di scarso controllo della malattia, aumentandone il rischio di riacutizzazioni.

 “Nell'asma un aumento dell'infiammazione delle vie aeree contribuisce al peggioramento dei sintomi e della funzione polmonare, perciò è importante curare con continuità l’infiammazione sottostante, senza ridursi a trattarne i soli sintomi, così da prevenire crisi d’asma e il decadimento progressivo della funzionalità polmonare” spiega il dottor Fausto De Michele, Direttore della Unità operativa di pneumologia e Fisiopatologia respiratoria dell’ospedale Cardarelli di Napoli. “In linea con le raccomandazioni della Global Initiative for Asthma (GINA), è sconsigliato quindi utilizzare i SABA, o le cosiddette bombolette blu, da soli, ma si raccomanda, in accordo con il proprio medico, che tutti gli adulti e gli adolescenti affetti da asma trattino la patologia con corticosteroide inalatorio (ICS)”.

Il questionario

Per aumentare la consapevolezza del paziente asmatico sul tema è stato sviluppato uno strumento di autovalutazione: il Questionario SABA Reliance, concepito dal professor Rob Horne, University College London. I pazienti possono fare il test collegandosi al sito www.asmazero.it per rilevare la propria percezione sull’uso dei farmaci e valutare un eventuale uso eccessivo di SABA. In base alle risposte fornite, il test indica se il paziente è a rischio basso, medio o alto di fare un eccessivo affidamento sul proprio “inalatore blu” ed è invitato a cogliere subito l’occasione offerta da Asma Zero Week per parlarne con un medico specialista. A sostegno di questo test di autovalutazione Astra Zeneca ha promosso una campagna di comunicazione dal titolo «Quanto utilizzi il tuo spray per l’asma?». L’approccio al trattamento dell’asma è complesso e continuamente aggiornato. L’indicazione per i pazienti è di effettuare controlli periodici per monitorare la gestione della malattia. Le consulenze specialistiche gratuite, offerte nell’ambito della campagna, sono valutazioni di controllo e come tali destinate alle persone che hanno già ricevuto una diagnosi di asma. 

Gli altri centri in Campania 

Ospedale Monaldi – A.O. dei Colli         

UOSD Malattie Respiratorie

Via Leonardo Bianchi     

80131    Napoli  

 
AORN Antonio Cardarelli

UOC Pneumologia

UOC Pneumologia I e Fisiopatologia Respiratoria

Via A. Cardarelli 9

80131 Napoli

 
P.O. Santa Maria delle Grazie

UOC Medicina  - AFO Medicina

Via Domitiana – Loc. La Schiana

80078 Pozzuoli (NA)

 
P.O. Ospedale del Mare

UOC Medicina Generale

ASL Napoli 1 Centro

via Enrico Russo  

80147 Napoli

 
Distretto 35 - Asl Napoli 2 Nord

Pneumologia (dr. Gianfranco Scotto di Frega)

Via Terracciano 21

80078 Pozzuoli (NA)

Direttore Sanitario: dr.ssa Monica Vanni

Direttore di Distretto: dr.ssa Loredana Pacelli  

 
Studio Specialistico Pneumologico Dott. L. Langella

Corso Vittorio Emanuele 151

80059 Torre del Greco (NA)
 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Asma Zero Week", consulenze gratuite in Campania: due i centri nel salernitano

SalernoToday è in caricamento