Ricerca del sangue occulto nelle feci: due giorni di screening gratuiti a Capaccio

L’organizzazione di volontariato “C’He.La. Vie onlus” di Capaccio Paestum, presieduta da Anna D’Elia, scende in campo, ancora una volta, nel campo della prevenzione

Due giornate di screening legate alla ricerca del sangue occulto nelle feci (SOF): l’organizzazione di volontariato “C’He.La. Vie onlus” di Capaccio Paestum, presieduta da Anna D’Elia, scende in campo, ancora una volta, nel campo della prevenzione. Sarà effettuato, dunque, un esame che consente di individuare in fase iniziale lesioni sospette, consentendo così di intervenire tempestivamente in caso di neoplasie.

L'iniziativa

L’iniziativa si svolge in collaborazione con il Laboratorio Analisi Inglese, situato a Capaccio Paestum, che avrà il compito di analizzare i campioni  raccolti. L’organizzazione “C’He.La. Vie onlus” distribuirà nei giorni martedì 3 marzo e venerdì 6 marzo (dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 17,00) il kit per la raccolta dei campioni di feci che saranno poi consegnati dai diretti interessati direttamente presso il laboratorio sito lungo Viale della Repubblica per essere analizzati. Tale esame, veloce e indolore,  permette di verificare la presenza o meno di sangue nelle feci, invisibile a occhio nudo, rappresenta uno strumento di prevenzione importante perché è in grado di individuare anche in persone asintomatiche eventuali neoplasie o anche degli adenomi (i cosiddetti polipi), potenzialmente in grado di trasformarsi in tumore.

Parla la presidente dell’associazione di volontariato, Anna D’Elia:

“La nostra missione è stata sempre legata alla prevenzione e al sostegno della ricerca. Grazie alla partnership con il Laboratorio Analisi Inglese, abbiamo deciso di proporre alle nostre associate, ma più in generale a chiunque voglia partecipare, la possibilità di eseguire lo screening della ricerca del sangue occulto nelle feci, un esame semplice e rapido, ma allo stesso tempo molto importante nel prevenire l’insorgere di eventuali neoplasie. Non a caso, la diminuzione a livello nazionale negli ultimi anni dei casi di cancro del colon-retto è stata proprio la diretta conseguenza di un programma di screening  legato a questa tipologia di esame clinico”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'agente infedele ed i mercanti della droga, "piazza" di spaccio nel carcere di Salerno: 42 arresti

  • Bancarotta fraudolenta: arrestati due fratelli imprenditori di Salerno, sono titolari di supermercati

  • Pasqua e Pasquetta blindate: ecco le nuove regole dal 6 marzo al 6 aprile

  • Positiva al Covid, va ad aprire normalmente il negozio: denunciata commerciante di Salerno

  • Inveisce contro il magistrato, poi spintona i carabinieri in tribunale a Salerno: arrestato 45enne

  • Presunte positività al Covid al mercato di Torrione: da lunedì al via lo screening

Torna su
SalernoToday è in caricamento