rotate-mobile
Salute

Cellule staminali per ricostruire la colonna vertebrale: al Ruggi primo intervento in Europa

Il Ruggi, come conferma la "Isto Biologic", è il primo ospedale in Europa a introdurre cellule staminali nel disco intervertebrale durante una procedura chirurgica

La Clinica Neurochirurgica dell'ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona si conferma punto di eccellenza. Nei giorni scorsi, infatti, presso la struttura è stato eseguito un innesto autologo di cellule staminali mesenchimali da midollo osseo nel disco intervertebrale durante una procedura chirurgica. Grazie a tale tecnica, il disco intervertebrale, ormai consumato, sarà totalmente ricostruito. Ad eseguire l'intervento il dottor Raffaele Scrofani (insieme al dottor Nicola Narciso), neurochirurgo che da maggio opera presso la Clinica Neurochirurgica del nosocomio salernitano, diretta dal professore Giorgio Iaconetta.

L'intervento

L'operazione è stata effettuata su una paziente 56enne siciliana, operata più volte alla colonna vertebrale senza esito. Entrambi gli interventi sono stati eseguiti con tecnica endoscopica e nella stessa procedura sono state impiantate le proprie cellule staminali nei dischi intervertebrali. "La terapia rigenerativa è il futuro - spiega il dottor Scrofani - e combinarla con altri trattamenti può dare dei risultati ben maggiori. Per la prima volta in Europa viene eseguita la combinazione della chirurgia vertebrale con la  terapia rigenerativa". "Questa - prosegue Scrofani - insieme ad altre tecniche mininvasive innovative portate da un anno a Salerno, fanno dell'ospedale Ruggi d'Aragona un ospedale di riferimento sia per il trattamento delle patologie neurochirurgiche che per la ricerca e la sperimentazione di nuove tecnologie". 

I ringraziamenti

"Un grande ringraziamento - conclude il dottor Scrofani - va al direttore generale Vincenzo D'Amato, al direttore di presidio Walter Longanella, ai caposala Vito Pumpo e Loredana Gallo nonché agli infermieri del reparto, che assistono i pazienti con professionalità sia prima che dopo gli interventi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cellule staminali per ricostruire la colonna vertebrale: al Ruggi primo intervento in Europa

SalernoToday è in caricamento