Coronavirus, l’appello di Polichetti (Fials): "Punto nascita al Cotugno". Poi l'annuncio di De Luca

Polichetti: "A Salerno gestire le donne gravide con febbre è sempre più difficile. Va attrezzato un punto nascita regionale prossimo all’ospedale Cotugno". A seguire, l'annuncio di De Luca

Policgetti

"Attrezzare un punto nascita prossimo all’ospedale Cotugno per le donne gravide ricoverate con febbre": è quanto propone Mario Polichetti, medico e sindacalista Fials, in merito all’emergenza Coronavirus e alle problematiche che potrebbero presentarsi al Ruggi di Salerno.

Parla Polichetti

"In questa fase non siamo in grado di gestire le donne incinte che arrivano al nostro presidio con la febbre. Non ci siamo con la tempistica per il tampone e i controlli del caso. Rischiamo di ammettere una paziente che nella maggior parte dei casi ha una febbre normale, ma in minima percentuale potrebbe avere una infezione da Covid-19. Chiediamo dunque di istituire un centro nascita vicino al Cotugno, che potrebbe essere il Secondo Policlinico dell’Università di Napoli".

Il ginecologo entra poi nel merito dei rischi legati alla tipologia di paziente indicata che, sottolinea, "non può venire da noi e girare come una trottola impazzita. Un paziente normale può essere messo in isolamento, ma nel caso di un’emergenza come il parto non c’è tempo di aspettare l’esito degli esami, bisogna procedere subito. Per questo può essere fondamentale attrezzare un punto nascita prossimo al Cotugno, cui si rivolgano le donne incinte con febbre da tutta la regione, in attesa che si definisca la positività o negatività al virus. L’unica alternativa è attrezzare adeguatamente il Ruggi, che al momento non può affrontare queste necessità".

Emergenza sanitaria: il cronoprogramma

E il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, ha annunciato:

"Ancor più in questa giornata,  vogliamo rivolgere il nostro saluto e ringraziamento a tutte le donne, alle nonne, alle madri, alle figlie. Anche in questi momenti intendiamo mostrare la nostra attenzione straordinaria dando vita a un reparto che sarà allestito già da domani, dedicato alle donne incinte che avessero problemi o preoccupazioni legate a un eventuale contagio.

È un modo per rispettare e dare un ulteriore elemento di serenità a chi in questo momento aspetta un bambino"
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

Torna su
SalernoToday è in caricamento