rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Salute

Sport e terapia integrata, il progetto “Andamentolento” del Rotary

Il progetto del Rotary sarà riservato a ragazzi e adulti over 65 con pregresse patologie d’ogni genere

Sarà presentato domenica 26 febbraio alle 10.30 al Circolo Canottieri Irno il progetto del Rotary “Andamentolento”, riservato a ragazzi e adulti over 65 con pregresse patologie d’ogni genere.

L'iniziativa

Durante la presentazione alla quale interverranno Antonio Ardito, presidente Rotary Club Salerno; Salvatore Gatto, docente all'Università di Salerno; Rocco Pietrofeso, specialista in malattia dell’apparato cardiovascolare; Giuseppe Iannuzzi, medicina del lavoro e prevenzione sui luoghi di lavoro; Giovanni Ricco, presidente del Circolo Canottieri Irno; Paolo Cardito, dirigente del Circolo Canottieri Irno con delega al canottaggio; Luigi Galizia, docente ed allenatore del Circolo Canottieri Irno.

Le parole del presidente

“Il progetto - spiega il presidente del Rotary, Antonio Ardito - mira a promuovere il benessere, la prevenzione delle malattie, il rispetto per l’Ambiente e, non da ultimo, a favorire l’inclusione e l’integrazione sociale. Cinque Club Rotary (Salerno, Salerno Est, Salerno Duomo, Salerno Picentia, Salerno Nord dei Due Principati), i giovani del Rotaract e la Fondazione PolioPlus del Distretto 2101 del Rotary Campania, doneranno al Circolo Canottieri Irno una imbarcazione per incoraggiare l’approccio all’attività fisica, in particolare dei portatori di disabilità e di coloro che appartengono alla fascia della terza età. Gli istruttori del Circolo Canottieri Irno - affiancati da rotariani con specifiche professionalità - dal prossimo mese di marzo fino a giugno, terranno lezioni indoor e outdoor di due ore a settimana e periodici incontri tematici sulla salute, lo sport e la tutela del mare”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sport e terapia integrata, il progetto “Andamentolento” del Rotary

SalernoToday è in caricamento