Virus intestinale: boom di accessi al Ruggi, i consigli per evitare il contagio

Tra penuria di posti letto e richieste improprie al reparto di emergenza, purtroppo, non mancano dunque disagi per i pazienti del nosocomio, costretti a lunghe attese

Boom di accessi, all'ospedale “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno, per il virus intestinale che sta colpendo grandi e piccini. Numerosissimi, i casi di persone e bambini con vomito violento e dissenteria.

I disagi

Tra penuria di posti letto e richieste improprie al reparto di emergenza, purtroppo, non mancano dunque disagi per i pazienti del nosocomio, costretti a lunghe attese e, in molti casi, a sistemazioni provvisorie in attesa della disponibilità di accoglienza nei reparti idonei.

I consigli

Per non subire contagi, è opportuno non avere stretti contatti con chi è stato colpito dal virus e, in generale, lavarsi spesso le mani, evitando ambienti chiusi troppo affollati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio zona rossa in Campania: si riunisce l'Unità di Crisi

  • I cardiologi più bravi: un medico del Ruggi è tra i primi cento esperti al mondo

  • Ordinanze e zone: Speranza ha firmato, la Campania da lunedì è rossa

  • Scuola in Campania, Fortini: "Entro il 14 potremmo aver completato i vaccini"

  • Lutto in Campania, muore Cascone: il cordoglio del Comune di Nocera Inferiore

  • "Ormai siamo in zona rossa": De Luca mira alla produzione e alla fornitura diretta dei vaccini in Campania

Torna su
SalernoToday è in caricamento