Chef for passion

Chef for passion

Mousse di pastiera con granella di pistacchi: la ricetta

Una crema buonissima servita con biscotti di frolla

Ingredienti per la frolla:
150 gr di farina integrale
60 gr di zucchero di canna
60 gr di margarina vegetale
2 cucchiai di vino bianco
1 pizzico di sale
scorza di limone grattugiata
Ingredienti per la crema:
200 gr di grano già cotto
350 ml di latte di soia alla vaniglia
70 gr di zucchero di canna
30 gr di farina
scorza di limone e arancia grattugiate
100 ml di panna vegetale per dolci
pistacchi per decorare

Procedimento:
Versare in una ciotola la farina, aggiungere il sale, lo zucchero, la scorza di limone e la margarina fredda; lavorare con le dita come a formare tante briciole, aggiungere il vino freddo e lavorare velocemente il composto fino ad ottenere un impasto liscio e compatto. Avvolgere nella pellicola e far riposare in frigorifero circa mezz’ora.
Versare in un tegame il grano con 150 ml di latte e 30 gr di zucchero e cuocere a fuoco basso per circa 30 minuti, fino a che il latte rapprende e si ottiene un composto cremoso.
In un altro tegame versare i 30 gr di farina, 40 di zucchero, la scorza di limone e arancia e 200 ml di latte poco per volta, mescolando con una frusta per non formare grumi, cuocere fino ad ottenere una crema. Aggiungerla al composto di grano, mescolare bene e lasciar raffreddare completamente.
Montare la panna fredda con una frusta elettrica ed aggiungere alla crema mescolando dal basso verso l’alto (se la crema raffreddata risulta troppo densa basta rimescolare con la frusta elettrica e un cucchiaio di panna); tenere in frigorifero fino al momento di usarla.
Prendere la frolla, stenderla in una sfoglia non troppo spessa e ritagliare dei biscotti con una formina, poggiarli su una teglia rivestita con carta forno e cuocerli in forno preriscaldato a 200° per circa 15 minuti, fino a che non risulteranno dorati. Farli raffreddare.
Comporre il dolce poggiando un biscotto su un piattino da portata, un paio di cucchiai di crema, un altro biscotto e decorare con la granella di pistacchi.

Chef for Passion

" Determinati, tenaci, con una grande passione comune: la buona cucina. Insieme, hanno dato vita alla prima scuola di arte culinaria made in Salerno che nel week-end diventa anche ristorante. L'attività prende nome proprio dalla definizione che li accomuna: ""Chef for passion"". Laureata in Economia la prima, chef il secondo, Carmen e Raffaele sono pronti a far leccare i baffi ai nostri lettori. Le ricette, son servite. "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
SalernoToday è in caricamento