menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Paiocca di Pellezzano: ecco la ricetta di una pasta saporita e gustosa

Particolarmente gustosa e ricca di sapori tipici della Campania, la paiocca nasce a Pellezzano laddove ancora oggi è molto apprezzata

Particolarmente gustosa e ricca di sapori tipici della Campania, la paiocca nasce a Pellezzano laddove ancora oggi è molto apprezzata e preparata non solo dalle nonne ma anche da chi non dimentica le antiche tradizioni di una volta. Voi sapete come preparare l’originale paiocca? Oggi vi proponiamo la ricetta così come è stata tramandata da generazioni. Sa di zucca, salsiccia e tradizione la paiocca, un primo piatto che in quel di Pellezzano è ancora tanto apprezzato e amato dagli abitanti che ne tramandano la ricetta, e d’altronde non è difficile immaginare il motivo di tanto apprezzamento: l’uso di ingredienti tipici campani rendono questa pasta particolarmente saporita e irresistibile per qualsiasi palato, anche il più raffinato. Ciò che serve per preparare la paiocca per almeno 4 persone sono: 400 gr. paccheri ma è anche possibile scegliere un altro tipo di pasta casereccia, 500 gr. zucca, 2 salsicce, 200 gr. scamorza affumicata o in alternativa anche provola affumicata, 1 spicchio di aglio, ½ bicchiere di vino bianco, peperoncino, sale e olio quanto basta. 


Come si prepara la paiocca di Pellezzano
Spellate e sbriciolate le due salsicce, fatele soffriggere in padella con l’aglio, il peperoncino e l’olio, quindi non appena risulteranno ben rosolate, bagnatele con il vino e fate evaporare. Tagliate la zucca a cubetti e aggiungetela alle salsicce, a questo punto per far insaporire maggiormente gli ingredienti, abbassate la fiamma e aggiungete un poco di acqua. Coprite la padella con un coperchio e lasciate cuocere la zucca fino a quando non sarà tanto morbida da poterla schiacciare con la forchetta. Nel frattempo cuocete la pasta, scolatela al dente e versatela nella padella con la zucca e la salsiccia e aggiungete la scamorza affumicata precedentemente grattugiata con una grattugia a fori grossi, altrimenti tagliatela a dadini molto piccoli. Una volta che la scamorza si sarà sciolta potrete spolverare con una manciata di prezzemolo e servite. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento