Martedì, 21 Settembre 2021
GustaSalerno

Opinioni

GustaSalerno

A cura di gustasalerno

" Street Food, bontà del territorio e suggerimenti per i buongustai. E poi mete enogastronomiche, locali da non perdere, ricette innovative e tradizonali per far leccare i baffi a chi ama la buona tavola: questo e molto altro ancora per voi, con il nostro blog. Buon appetito e...""GustaSalerno"" "

"GustaSalerno" Positano

Relax e gusto ad alta quota al Rada Rooftop di Positano

Per l’allestimento degli ambienti Gianfranco e Peppe Russo, ideatori del progetto, hanno puntato sull’emozione: una scenografica cucina a vista su cui si affacciano, come in un anfiteatro, pochi tavoli da cui poter ammirare contemporaneamente l’arte della preparazione dei piatti e il panorama più bello

Relax e gusto ad alta quota al Rada Rooftop di Positano, dove è possibile assistere ad una spettacolare performance di arte culinaria. Il locale (situato sulla sommità della grotta del celebre “Music on the Rocks”), che l’anno scorso è rimasto chiuso in via precauzionale a causa della pandemia in corso, ha fatto, quindi, del “cucinare a vista” un tratto distintivo. Per l’allestimento degli ambienti Gianfranco e Peppe Russo, ideatori del progetto, hanno puntato sull’emozione: una scenografica cucina a vista su cui si affacciano, come in un anfiteatro, pochi tavoli da cui poter ammirare contemporaneamente l’arte della preparazione dei piatti e il panorama più bello di Positano in un legame unico con il cielo e il mare.

L'arte culinaria

Cenare al “Rada Rooftop” è un’esperienza che va oltre quella culinaria e diventa una vera e propria performance artistica durante la quale la brigata dello chef Nunzio Spagnuolo prepara i piatti che hanno reso celebre lui e il locale in tutto il mondo – come il “Black Cod” con profumi d’arancio e zenzero, baby porri arrostiti, patata al rafano e fumetto al Pernod, oppure il “Lingotto d’oro”, un dessert realizzato con un croccante di riso soffiato salato e tre cremosi a base di cioccolati selezionatissimi (fondente, al latte e bianco) ricoperto con una glassa al cioccolato e una foglia d’oro 24 carati – e quelli di più recente interpretazione, sempre contraddistinti da un’alchimia perfetta tra innovazione e tradizione, come l’elica con tartufi di mare, asparagi  e parmigiano, oppure i gamberi rossi tiepidi con tabasco, mango, cocco e ravanello.

Lo chef

Il poliedrico chef Nunzio Spagnuolo ama giocare con gli ingredienti della tradizione per risvegliare, con espedienti insoliti e tecniche contemporanee, antiche sensazioni e ricordi d'infanzia. Lo fa ad esempio attraverso la panzanella con sashimi di dentice e moka al pomodoro, che viene servita ai tavoli del “Rada Rooftop” accompagnata da una caffettiera contenente un caffè al pomodoro che viene versato sul piatto. Oppure con il pre dessert: un sorbetto alla pesca con champagne che rievoca la tanto amata “sangria napoletana”, alias il vino con le pesche.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Relax e gusto ad alta quota al Rada Rooftop di Positano

SalernoToday è in caricamento