menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di Antonio Capuano

Foto di Antonio Capuano

Curiosità, sta per aprire i battenti anche a Salerno Don Antonio 1970

Di Giovanni: "Scegliere il nome è stato facile. A breve Don Antonio, la mia nuova casa"

Sta per aprire i battenti una nuova pizzeria di qualità a Salerno, tra il Crescent e la villa comunale. Il maestro Fabio Di Giovanni, infatti, si prepara a sfornare le sue squisite pizze per deliziare i buongustai.

Don Antonio 1970: questo il nominativo del locale che aprirà presto, dunque, i battenti per offrire delle esperienze di gusto uniche a tutti gli amanti della buona tavola.

Parla Antonio Di Giovanni


Mio nonno si chiamava Antonio, un Napoletano verace, nato e cresciuto nei quartieri spagnoli. Un giorno conobbe Anna, sua compagna di vita. Lei veniva dalla Costiera Amalfitana, e da una famiglia che vantava una lunga tradizione nel campo della ristorazione.

Insieme, a Salerno, aprirono il loro locale. Si chiamava Il Cigno. C'erano i sapori di Salerno, di Napoli, della Costiera Amalfitana. C'erano i sorrisi genuini di mio nonno che per tutti oramai era diventato "Don Antonio". Da ragazzino davo una mano in quel ristorante. A volte lo facevo malvolentieri. In cucina, peró, tra l'odore degli impasti lasciati a riposare, le nuvole di farina lanciate sul ripiano di marmo e il calore del forno, trovai un mondo che era fatto per me. Era la mia strada, me la presi. Il Cigno è stato il punto di partenza di un percorso personale durato vent'anni. Oggi, come mio nonno, ho deciso di realizzare il mio sogno nella mia città, dove tutto ebbe inizio per lui e dove tutto ha avuto inizio per me. Scegliere il nome è stato facile. A breve Don Antonio, la mia nuova casa. 
 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento