rotate-mobile
GustaSalerno

GustaSalerno

A cura di gustasalerno

" Street Food, bontà del territorio e suggerimenti per i buongustai. E poi mete enogastronomiche, locali da non perdere, ricette innovative e tradizonali per far leccare i baffi a chi ama la buona tavola: questo e molto altro ancora per voi, con il nostro blog. Buon appetito e...""GustaSalerno"" "

"GustaSalerno" Caggiano

Il pasticcio Caggianese, tra tradizione e gusto: la ricetta del piatto tipico

Si tratta di una gustosa torta rustica, amatissima da grandi e piccini

Chi ha avuto modo di assaggiarlo, non può che conservarne un gustoso ricordo: il pasticcio caggianese è un piatto tipico da non perdere per tutti gli amanti della gastronomia. Si tratta di una torta rustica farcita con prosciutto crudo, formaggi e carne macinata e dal sapore deciso e intenso per la presenza di altri numerosi ingredienti. Il primo pasticcio caggianese, secondo la tradizione, risale ad un gruppo di massaie che, all'inizio del XIX secolo, partirono da Caggiano per prestare servizio a Palazzo Reale a Napoli. Le abili cuoche avrebbero "rubato" quella che in origine doveva essere una ricetta francese (tipo quiche lorraine). Trapiantata a Caggiano, la torta rustica è stata poi rielaborata e reinventata, riadattando la ricetta originaria ai prodotti della tradizione locale.

La ricetta

Il "Pasticcio caggianese" è una torta rustica con una sfoglia ottenuta da farina di grano duro, uova e strutto, che si impastano e si amalgamano manualmente con i relativi ingredienti, fino ad ottenere un composto omogeneo. Si stende la pasta e si fodera la teglia rettangolare con la stessa. All'interno, si versa un impasto di formaggi locali: toma vaccina o primo sale, caciocavallo di media stagionatura (15 giorni), caciocavallo stagionato (3 mesi), pecorino stagionato, carne macinata di vitello locale (non inferiore al 20%), prosciutto crudo, pane raffermo, uova, prezzemolo a piacere e sale. Una volta versato l'impasto nell'involucro, si ricopre il tutto con strisce dentellate di pasta disposte in senso obliquo, tra loro parallele e incrociate. Si cuoce in forno ventilato a temperatura di 160°C per circa 2 ore o a temperatura di 180°C in forno statico. Dopo la cottura, si fa riposare per 10-15 minuti e si serve accompagnato al sedano, le cui coste lessate vengono tagliate a strisce sottili e quindi "passate" prima nella farina e poi nelle uova sbattute e, infine, fritte.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il pasticcio Caggianese, tra tradizione e gusto: la ricetta del piatto tipico

SalernoToday è in caricamento