Tim si allea con le università per la Dad: c'è anche l'Università di Salerno

Il progetto risponde alla necessità di limitare gli spostamenti alla luce dell’emergenza Covid-19, garantendo agli studenti il diritto allo studio grazie al supporto della didattica online.

TIM si allea con le Università italiane per sostenere la didattica a distanza. Il Gruppo ha siglato oltre 20  accordi con i principali Atenei del Paese, tra cui l’Università degli Studi di Salerno, per assicurare la didattica a distanza, con l’obiettivo di agevolare gli studenti e le loro famiglie nella fruizione dei corsi e nell’impiego dei servizi digitali offerti dalle Università. Il progetto risponde alla necessità di limitare gli spostamenti alla luce dell’emergenza Covid-19, garantendo agli studenti il diritto allo studio grazie al supporto della didattica online.

Gli accordi, a cui ne seguiranno altri nei prossimi mesi, consistono nella fornitura a condizioni agevolate da parte di TIM agli Atenei di oltre 200.000 sim con profili dati (gigabit) differenziati e il noleggio di altrettanti modem LTE/WiFi che le Università destineranno agli studenti gratuitamente anche in base al reddito o alla regolarità nei corsi di studio.

Gli atenei

Tra i principali Atenei aderenti all’iniziativa ci sono: Università del Piemonte Orientale, Università degli Studi di Torino, Università di Genova, Università degli Studi dell’Insubria, Università degli Studi di Pavia, Università degli Studi di Padova, Università Iuav di Venezia, Università degli Studi di Udine, Università degli Studi di Ferrara, Università degli Studi di Parma, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, Università di Bologna, Università degli Studi di Firenze, Sapienza Università di Roma, Università degli Studi del Sannio, Università degli Studi di Salerno, Università della Basilicata, Università della Calabria, Università degli Studi Magna Graecia di Catanzaro e Università degli Studi di Palermo. All’iniziativa aderiscono inoltre l’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Basilicata e la Fondazione Università Magna Graecia di Catanzaro. In base alle diverse esigenze degli Atenei, TIM si è resa disponibile a distribuire le sim e i relativi modem attraverso i propri negozi presenti nei rispettivi territori, oppure tramite consegne a domicilio in tutta Italia e in Europa.

Gli obiettivi

L’iniziativa conferma l’impegno di TIM a sostegno del Paese in questo momento delicato e, in particolare, del mondo accademico e della ricerca. TIM da tempo ha avviato importanti progetti e collaborazioni con le principali Università con lo scopo di sostenere la ricerca tecnologica e di nuovi talenti. Al fianco di circa 30 partner d’eccellenza, inoltre, TIM promuove lo sviluppo della cultura e delle competenze digitali attraverso il programma Operazione Risorgimento Digitale con l’obiettivo di colmare il digital divide nella società.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parquet: i consigli per la pulizia e la manutenzione

  • Didattica e distanza, come attrezzarsi per e-learning: prezzi in calo e consigli per Internet Casa

  • Termosifoni: quali scegliere per una casa calda

Torna su
SalernoToday è in caricamento