rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Sciopero trasporti: disagi e agitazione tra i pendolari

Disagi per gli utenti salernitani a causa delle 48 di sciopero del trasporto pubblico. Ferma la Sita e paralizzato anche il trasporto su ferro di diverse società regionali. Garantite le fasce protette

Giornate nere per i pendolari salernitani, quelle di ieri e oggi. Ad aderire alle 48 di sciopero nazionale del trasporto pubblico, infatti, oltre la Sita di Salerno, anche il trasporto locale su ferro delle società Anm, Napoli, Atc/Sippic Capri, la Circumvesuviana, Metronapoli, Metrocampania Nordest, Sepsa, per la preoccupazione di tutti i cittadini che lavorano nel capoluogo di regione

La testimonianza della signora Anna Russo preoccupata per il suo ritorno a casa dopo il lavoro: “Provengo da Eboli e, come anche ho fatto ieri, per raggiungere il mio ufficio a Salerno ho contato sulla fascia oraria protetta della Sita, dalle ore 7 alle 9 – racconta la donna – Ma, per il ritorno, temo di non riuscire a salire a bordo del bus tra le 13 e le 16, fascia oraria in cui non dovrebbero essere messe a rischio le corse: se così fosse, non so proprio come tornare  a casa, visto che stanno scioperando anche molte compagnie ferroviarie.”

Disperata anche un’altra signora in attesa della Sita dalle ore 10 alle ore 12 di questa mattina: “Ho dovuto far visita a mia madre che vive a Salerno, raggiungendola con un passaggio occasionale, ma adesso devo tornare a casa, a Napoli, dai miei bambini e non ho abbastanza soldi in borsa per arrivarci in taxi – spiega la donna - Capisco che gli autisti scioperino per migliorare il servizio, ma a noi utenti non pensano?”.

Agitatissima, la giovane Simona Parisi che aveva programmato da tempo la sua vacanza romana: “Dovevo partire oggi e invece per lo sciopero sto trovando enormi difficoltà per raggiungere la capitale – dice la ragazza – Per fortuna, ho saputo che la compagnia privata Leonetti&Gallucci diretta a Roma non sciopera: sono corsa alla fermata, quindi, per attendere il bus e migliorare il mio inizio di vacanza.”

Affidandosi a mezzi privati, quindi, i pendolari salernitani continuano a far fronte al disagio che colpisce, come di consueto, maggiormente le fasce deboli.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero trasporti: disagi e agitazione tra i pendolari

SalernoToday è in caricamento