rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Cronaca

“Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate”: la cerimonia a Salerno

"Questa giornata sancisce un legame indissolubile tra la nostra patria e le forze armate - ha osservato la vicesindaca di Salerno, Paky Memoli - E' parte della nostra storia, è il giorno della gratitudine e della riconoscenza a chi ha dato la propria vita per la nostra libertà. E' il giorno del ricordo e della memoria, da tenere viva in modo che possa far emergere sempre i valori della pace tra i popoli e della libertà"

Commozione e raccoglimento, oggi 4 novembre, in occasione del 104° anniversario del “Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate”, tradizionale cerimonia organizzata dalla Prefettura di Salerno in collaborazione con il Reggimento “Cavalleggeri Guide” (19°), in ricordo dell’armistizio di Villa Giusti, entrato in vigore il 4 novembre del 1918,e che sancì la fine della prima guerra mondiale.

La manifestazione

Dopo la deposizione delle corone d’alloro da parte del Prefetto e delle Autorità militari e civili al Monumento ai Caduti in Piazza Vittorio Veneto, la cerimonia è proseguita in Piazza Amendola, con l'alzabandiera solenne sulle note dell’Inno d’Italia. A seguire, la lettura dei messaggi augurali del Presidente della Repubblica, del Ministro della Difesa e della Preghiera per la Patria, con la partecipazione dell’Orchestra di Fiati e del Coro del Liceo Musicale “Teresa Confalonieri” di Campagna. "Questa giornata sancisce un legame indissolubile tra la nostra patria e le forze armate - ha osservato la vicesindaca di Salerno, Paky Memoli - E' parte della nostra storia, è il giorno della gratitudine e della riconoscenza a chi ha dato la propria vita per la nostra libertà. E' il giorno del ricordo e della memoria, da tenere viva in modo che possa far emergere sempre i valori della pace tra i popoli e della libertà".

4 novembre----2

4 novembre 4

Foto di Guglielmo Gambardella

L'incontro in teatro 

Le celebrazioni sono continuate all’interno del “Teatro Augusteo”, ove il Prefetto ha dato lettura del messaggio del Presidente della Repubblica. Sempre nel Teatro, dopo aver reso onore alle Forze Armate, sono state consegnate leonorificenze “Al merito della Repubblica Italiana”, concesse dal Presidente della Repubblica a cittadini di questa provincia e un attestato di pubblica benemerenza rilasciato dal Ministero dell’Interno.Il Prefetto Russo, nell’accogliere gli insigniti e le ragazze e i ragazzi delle scolaresche, giunti numerosissimi, ha sottolineato il sacrificio estremo di tutti coloro che, anche giovanissimi, hanno messo a repentaglio “il bene supremo della vita per un ideale di Patria e di attaccamento al dovere: valori immutati nel tempo, in cui continuiamo a riconoscerci e che hanno accompagnato il nostro Paese nel cammino verso la libertà e l’affermazione dei valori democratici”. “Ed è proprio nel valore del sacrificio e dello spirito di abnegazione che vedo quest’oggi un trait d’union con la consegna delle onorificenze “Al merito della Repubblica Italiana” concesse dal nostro Presidente, Sergio Mattarella, a cittadini della provincia di Salerno. Gli insigniti di oggi sono figure particolarmente illustri del nostro territorio, che si sono distinte nel campo delle lettere, delle arti, della medicina, della tutela della sicurezza dei cittadini, dell’economia e nel disimpegno di attività svolte a fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari. Ritengo, infatti, che anche attraverso l’impegno civile e nella solidarietà, attraverso la promozione della cultura, della legalità e del diritto alla salute si possa contribuire al benecomune e alla testimonianza dei valori repubblicani”.  Nel “Teatro Augusteo” la manifestazione è stata dapprima scandita nei suoi momenti solenni dall’orchestra di fiati e dal coro del liceo musicale “Teresa Confalonieri” di Campagna, diretti dal maestro Giuseppe Giordano, e successivamente allietata dai maestri Daniele Gibboni e Annastella Gibboni (violino) e Pietro Gatto (pianoforte).Ad imprimere una eccezionale e toccante emozione alla cerimonia è stata la straordinaria partecipazione del Maestro Bruno Venturini, considerato l’ambasciatore della canzonenapoletana nel mondo. Il Maestro è cittadino di questa provincia ed è stato, egli stesso, nominato Grande Ufficiale della Repubblica Italiana nel 1995, dall’allora Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro.

Gli insigniti delle onoreficenze

BATTIPAGLIA

Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana Vincenzo PEPE

CAVA DE’ TIRRENI

Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana Luca PASTORE

EBOLI

Commendatore al Merito della Repubblica Italiana Filippo DE RUBERTO

FUTANI

Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana Angelo VILLANO

GIFFONI VALLE PIANA

Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana Gennaro FOGLIA

NOCERA INFERIORE

Ufficiale al Merito della Repubblica Carmelo MARRA

Cavaliere al Merito della Repubblica Aniello CARBONARA

OLEVANO SUL TUSCIANO

Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana Giuseppe PIPINO

ROCCAPIEMONTE

Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana Gennaro VIGLIOTTI

SAN GREGORIO MAGNO

Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana Arcangelo SAGGESE TOZZI

SAN VALENTINO TORIO

Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana Antonio CELENTANO

SANT’EGIDIO DEL MONTE ALBINO

Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana Giuseppe IOZZINO

SAPRI

Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana Giuseppe LO SCIUTO

VIETRI SUL MARE

Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana Lucio RONCA

SALERNO

Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana Vincenzo FERRARA

Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana Antonia AUTUORI

Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana Giuseppina BASILE

Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana Paolo CARBONE

Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana Maurizio DE DONATO

Cavaliere al Merito della Repubblica Sergio GALDERISI

Cavaliere al Merito della Repubblica Salvatore MARESCA

Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana Giovanni POMPA

Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana Umberto SARACENO

Attestato di pubblica benemerenza al merito civile, concesso con decreto del 30 maggio

2022, dal Ministro dell’Interno al Cav. Vincenzo Landi, per il seguente motivo: “Con estremo

coraggio, salvava una donna che stava annegando in mare. Chiaro esempio di elevate virtu’

civiche e di umana solidarietà”.

0-70-1-670-2-3

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate”: la cerimonia a Salerno

SalernoToday è in caricamento