Venerdì, 12 Luglio 2024
Cronaca Battipaglia

Battipaglia, il Tar accoglie il ricorso dell'associazione Marinai: "Concessione legittima"

Il Tar di Salerno ha accolto il ricorso dell'Anmi, che nel 2016 aveva impugnato il provvedimento del Comune di Battipaglia attraverso il quale veniva disposta la decadenza della concessione demaniale

Il Tar di Salerno ha accolto il ricorso dell'Anmi (Associazione Nazionale Marinai Italiani), che nel 2016 aveva impugnato il provvedimento del Comune di Battipaglia attraverso il quale veniva disposta la decadenza della concessione demaniale. I giudici amministrativi hanno ritenuto che il provvedimento dell'ente sia "illegittimo sotto plurimi profili". Questo perché prodotto successivamente all'abbattimento delle opere abusive che sarebbero state la causa della revoca della concessione demaniale. 

Il fatto

Le opere ritenute abusive erano state realizzate negli anni Ottanta. Nel 1995 l'Anmi, fece richiesta di condono nel "essendo venuta a conoscenza che il titolo edilizio definitivo non era mai stato rilasciato o comunque della pratica edilizia non si trovava traccia presso il Comune, fatti salvi i documenti in possesso della stessa Associazione, come la comunicazione del parere favorevole della Commissione Edilizia Comunale". Una richiesta mai evasa, alla quale è seguito il rinnovo della concessione fino al 2020. Nel 2016, infine, l'intervento dell'ufficio tecnico, che ha dichiarato la decadenza della concessione. Peccato che, nel frattempo, la stessa Anmi aveva effettuato la demolizione dei manufatti "una volta appreso dell’impossibilità di ottenere l’autorizzazione paesaggistica". Il Comune, secondo i giudici della terza sezione del Tar, "non solo è intervenuto a distanza di venti anni da quando le opere abusive sono state realizzate, ma, di fatto, in questo lungo periodo di tempo il Comune ne è sempre stato a conoscenza e ben sarebbe potuto intervenire prima di rinnovare esso stesso la concessione". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Battipaglia, il Tar accoglie il ricorso dell'associazione Marinai: "Concessione legittima"
SalernoToday è in caricamento