rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Centro / Via Nizza

Botti di Capodanno: numerosi atti vandalici e danni a Salerno centro

Non è bastata l'ordinanza comunale, a scoraggiare l'acquisto e l'utilizzo dei botti, purtroppo. I resti della notte brava vissuta dai vandali disegnano uno squallido scenario

Anno nuovo che viene, vandali che restano, purtroppo, in città. Decisamente squallido, infatti, lo scenario di Salerno centro, durante e dopo la nottata del 31 dicembre. Non è bastata, a quanto pare, l'ordinanza comunale per il divieto della vendita dei botti di Capodanno, a scoraggiare le teste calde. In particolare, nella notte del veglione, via Nizza somigliava decisamente ad un campo minato.


Parente Gallery/Danni botti Capodanno 2013

In brandelli, per iniziare, una delle fioriere del fiorista "Quaranta", all'angolo della strada. Poco distante, letteralmente esploso, uno dei cassonetti destinati alla raccolta dei rifiuti della pescheria della strada e danneggiato perfino il contenitore degli indumenti Caritas per i meno abbienti. Nessun tipo di coscienza civica, dunque, da parte dei vandali.

Ancora, in frantumi, due delle vetrate dell'Asl di via Nizza che neppure sono state risparmiate dagli incivili. Proseguendo verso il centro, impossibile non notare resti di botti ovunque e spazzatura varia, in particolare bottiglie vuote, abbandonate senza ritegno a bordo dei marciapiedi di via Roma e non solo. Un panorama, questo, che di certo è triste "ammirare" il primo dell'anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botti di Capodanno: numerosi atti vandalici e danni a Salerno centro

SalernoToday è in caricamento