rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

San Matteo, trentamila in piazza per la festa del patrono salernitano

Un fiume di fedeli si è riversato lungo le strade cittadine, in occasione della processione in onore del Patrono della città. Per il primo anno, il corteo religioso trasmesso in diretta streaming in tutto il mondo

Commozione e devozione nell'aria, a Salerno, questa sera, in occasione della solenne processione in onore di San Matteo. Un fiume di fedeli, circa 30mila, a seguito delle statue avvolte da rose e gerbere, si è riversato per le strade del centro storico, con gli occhi e il cuore rivolti verso l'Apostolo Protettore della nostra città. Tra preghiere, rulli di tamburi e squilli di tromba, dunque, le paranze di San Matteo, San Giuseppe, San Gregorio VII, Sant’Ante, San Fortunato e San Gaio, adornate con suggestive decorazioni floreali, come il pannello di margherite alle spalle del Patrono, raffigurante l'Assunta del Duomo, hanno conquistato la folla. Dirigendosi in via Mercanti, passando per  piazza Portanova e proseguendo per  corso Vittorio Emanuele, fino a scendere per via Cilento e raggiungere corso Garibaldi e via Roma, le statue hanno sfilato lungo le strade della città, guidate dall'arcivescovo della diocesi di Salerno-Campagna-Acerno, monsignor Luigi Moretti.

Tra le tappe della processione, anche quella presso la Guardia di Finanza di Salerno che ha consegnato a sua eccellenza Moretti un quadro del Santo prottetore delle fiamme gialle. Ad accogliere a Palazzo di Città il pubblicano che abbandonò tutto per seguire il Signore, poi, il sindaco Vincenzo De Luca, dinanzi agli occhi lucidi dei salernitani. Accanto ad Istituzioni civili e militari, tra cui l'assessore provinciale Antonio Iannone e il questore Antonio De Jesu, una delegazione della Salerno Calcio che, prendendo parte al corteo più atteso dell'anno, ha inteso rafforzare il legame con la nostra città. Illuminando con il bagliore della fede e della speranza largo Ragno, via Portacatena, via Giovanni da Procida e nuovamente via Mercanti, il corteo ha fatto, quindi, ritorno in via Duomo.

Festa di San Matteo 2011

Proprio lì, incoraggiati dal "tifo" della folla, gli impavidi portatori delle paranze non si sono tirati indietro dinanzi alla tradizionale corsa per il rientro delle statue in Cattedrale. Per la prima volta, non solo i cittadini residenti, ma anche i salernitani che hanno lasciato la propria città natale, hanno potuto assistere alla processione, grazie alla diretta streaming realizzata in collaborazione con l'emittente ecclesiale Tds, su iniziativa dell'amministrazione comunale.

Altra novità di quest'anno, la presenza, tra i gonfaloni, di quello della Camera di Commercio che ha reso omaggio al nostro Patrono. Estendendosi a macchia d'olio, dunque, lo spirito di fede che ha riempito il cuore dei cittadini in occasione della festa patronale, ha superato ogni distanza, raggiungendo i salernitani di tutto il mondo per unirli in un'unica grande famiglia. A seguire la processione, colorati stand, giostre, musica e romantici fuochi artificiali che risplendendo nel cielo della nostra città, hanno regalato a centinaia di cittadini provenienti da tutta la provincia, un 21 settembre davvero indimenticabile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Matteo, trentamila in piazza per la festa del patrono salernitano

SalernoToday è in caricamento