menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il tribunale di Salerno

Il tribunale di Salerno

Dopo ventidue anni abbandona moglie e figlie: condannato 55enne giffonese

La sentenza è stata pronunciata dal giudice del tribunale di Salerno Eva Sessa che, all'esito del rito abbreviato, ha condannato l'uomo ad un mese di reclusione, ad una multa di 200 euro e al risarcimento dei danni

Un cinquantacinquenne giffonese è stato condannato con l’accusa di sottrazione degli obblighi inerenti alla responsabilità genitoriale e alla qualità di coniuge. Dopo ventidue anni di matrimonio, infatti, l’uomo ha abbandonato la sua famiglia interrompendo ogni legame affettivo anche con le sue figlie (una delle quali è ancora minorenne).

La storia

La sentenza è stata pronunciata dal giudice del tribunale di Salerno Eva Sessa che, all'esito del rito abbreviato, ha condannato l'uomo ad un mese di reclusione, ad una multa di 200 euro e al risarcimento dei danni da stabilirsi in sede civile nei confronti della moglie rappresentata dall'avvocato Anna Vassallo. L'incubo per la donna e le sue figlie – riporta Il Mattino - è cominciato nel luglio 2012 quando l'uomo, senza fornire alcuna spiegazione, è andato via venendo meno “all'obbligo primario di assistenza morale ed affettiva e a quello di contribuzione economica”, “disinteressandosi affettivamente ed economicamente dei familiari ed, in particolare, della cura e dei bisogni dei figli”. Senza fornire una chiara spiegazione, il 55enne giffonese è tornato nella cittadina dove risiede la sua famiglia, un piccolo paese del Nord Italia, cessando «di far fronte alle ordinarie spese alimentari e di abbigliamento necessarie per il mantenimento della sua famiglia» e«facendo mancare alla moglie e alle figlie i mezzi di sussistenza e l'assistenza morale ed affettiva». E' stata la denuncia sporta dalla moglie, quando ormai non aveva più alcuna notizia del coniuge, a far partire le indagini che hanno poi cristallizzato l'episodio in un capo di imputazione in base al quale, dopo una prima richiesta di archiviazione avanzata dalla Procura, è scattato il rinvio a giudizio per l'uomo ora condannato dal giudice in sede penale all'esito del rito abbreviato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento