Abusi nel Parco del Cilento: scatta l'ordine di demolizione a Teggiano

Il direttore del Parco, Romano Gregorio, ha disposto la demolizione degli interventi abusivi e il ripristino dello stato dei luoghi nel termine di 90 giorni

Abusi nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, a Teggiano. I carabinieri hanno segnalato all’Ente Parco la realizzazione di opere prive delle necessarie autorizzazioni ricadente in un’area inserita nella zona C2 della sua perimetrazione definitiva.

La disposizione

In particolare gli abusi riguardavano un ampliamento volumetrico di circa 15 metri cubi di un fabbricato preesistente. A mancare, il nulla osta da parte dell’Ente: così, il direttore del Parco, Romano Gregorio, ha disposto la demolizione degli interventi abusivi e il ripristino dello stato dei luoghi nel termine di 90 giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo con la febbre: la mamma non aspetta il tampone e lo porta in ospedale, entrambi positivi

  • Incidente a Olevano: troppo gravi le ferite, muore 43enne

  • Covid-19: positivo anche un vigile collegato ai casi di Pontecagnano, sospetto di contagio a Cava

  • Violate norme anti Covid: la polizia chiude bar a Salerno

  • Covid-19, contagiata una bimba di Pontecagnano

  • Covid-19: sette nuovi contagi in Campania, il bollettino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento