rotate-mobile
Cronaca

Taxi abusivi, l'ira di Ricco (Claai): "Intervengano il Comune e i vigili"

L'esponente dell'associazione di categoria ha scritto una lettera al sindaco Vincenzo Napoli, all’assessore al commercio Dario Loffredo, al comandante della Polizia Municipale Rosario Battipaglia, alla responsabile del Suap Elvira Cantarella

Gaetano Ricco (Claai Taxi Salerno) ha scritto una lettera al sindaco Vincenzo Napoli, all’assessore al commercio Dario Loffredo, al comandante della Polizia Municipale Rosario Battipaglia, alla responsabile del Suap Elvira Cantarella per denunciare il fenomeno dell’abusivismo incontrollato nel settore del trasporto pubblico locale non di linea (taxi). 

Le denunce 

Ricco entra nel merito della problematica: “Il settore del Trasporto Pubblico non di linea è sicuramente tra i più colpiti e danneggiati economicamente a causa del Covid-19.
Questo settore insieme ai Settori dell’accoglienza e del terziario tutto, ha conosciuto ed ha vissuto un lungo periodo di crisi, peraltro con l’obbligo della presenza sul territorio e della prestazione. Il Settore tpl non di linea compete quotidianamente con le regole del mercato che invita alla libera concorrenza, ritengo che laddove debba esserci concorrenza quest’ultima debba essere leale e soprattutto, legale, altrimenti vengono meno tutti i presupposti, diventando una battaglia impari e con condizioni sfavorevoli”. La pratica dell’abusivismo in qualsiasi settore “genera danni enormi, sia economici che di immagine, oltre che un mancato gettito fiscale dato che l’abusivo evade totalmente il fisco ed il lavoratore ufficiale incassando di meno procura un minore introito fiscale per l’erario”. 

Con la lettera “oltre che evidenziare una grave problematica, richiedo al sindaco ed a tutti gli organi competenti, di mettere in campo proposte, iniziative e informative atte a stimolare le Istituzioni Tutte, ed invitare queste ultime, ad attuare pratiche di controllo sul territorio”. Poi ravvisa che  “la necessità di suggerire alle strutture dell’accoglienza, hotel, B&B etc. , di formare il loro personale in modo da evitare “suggerimenti devianti” raccogliendo commissioni o altro, raccomandando ai propri clienti di utilizzare trasporti pubblici autorizzati e regolari e non quelli abusivi che pullulano e gravitano, grazie alla presenza di personaggi occulti, intorno alle strutture ricettive, ai Porti Turistici in particolare della Zona Orientale di Salerno”. La Categoria Taxi si riserva fin da ora di “non espletare più servizi di trasporto da e verso le strutture che favoriscono, indisturbatamente, la concorrenza sleale nei propri confronti”. Infine, la “contrarietà etica a qualunque forma di abusivismo”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taxi abusivi, l'ira di Ricco (Claai): "Intervengano il Comune e i vigili"

SalernoToday è in caricamento