Accoglienza migranti, blitz al Comune di Salerno: indaga la Procura

Nel mirino della magistratura è finito il bando del 2017 per assistere 25 richiedenti asilo revocato dall'amministrazione comunale

La Procura sta indagando sulla gestione dei servizi legati all’accoglienza dei profughi e migranti che, in attesa di ottenere lo status di rifugiati, sono ospitati in strutture private o gestite da società comprese nel progetto Sprar del Comune di Salerno.

I dettagli

Gli agenti della Squadra Mobile - riporta La Città - si sono recati a Palazzo di Città per acquisire una serie di documenti e atti. In particolare nel mirino degli inquirenti è finita la determina del 16 luglio scorso con cui l’attuale dirigente del Settore politiche sociali dell’Ente ha revocato in autotutela la determina del luglio 2017 con la quale il suo predecessore avviò una manifestazione di interesse per affidare la gestione dell’accoglienza per 25 stranieri inseriti, appunto, nel progetto Sprar del Comune.  Ecco il motivo: “il mancato rispetto degli obblighi di pubblicità propri delle procedure di gara sopra soglia”. In poche parole un anno fa si doveva procedere con una gara d’appalto ad evidenza pubblica e non ad una semplice manifestazione di interesse come invece fu fatto. Di qui le indagini della Procura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma al Ruggi, ragazza partorisce la figlia e poi muore di tumore

  • Costiera a lutto, è morto prematuramente il maresciallo Perrelli

  • Concorso per OSS a Salerno, annunciate anche oltre 500 assunzioni di medici e amministrativi

  • Maximall di Pontecagnano: arriva "Mondo Convenienza", nuovi posti di lavoro

  • Caso sospetto di Coronavirus a Battipaglia: esito negativo, allarme cessato

  • Colto da malore sull'uscio di casa: muore commerciante a Tramonti

Torna su
SalernoToday è in caricamento