Cronaca Centro / Piazza Concordia

Accoltellamento in piazza della Concordia, due arresti per tentato omicidio

Due dei tre aggressori sono stati condotti in carcere mentre il terzo giovane, considerato "marginale" il suo ruolo, è stato denunciato in stato di libertà

Due indagati per duplice tentato omicidio e lesioni aggravate, uno per concorso in duplice tentato omicidio e concorso in lesioni aggravate: proseguono le indagini relative all'accoltellamento di piazza della Concordia dopo che, nella giornata di ieri, la polizia aveva fermato tre giovani tra i 21 e i 23 anni. Due di loro sono appunto indagati per duplice tentato omicidio e lesioni aggravate mentre il terzo, un giovane di 23 anni, è stato denunciato in stato di libertà per gli stessi reati in quanto avrebbe avuto un ruolo marginale nel grave episodio verificatosi nella notte tra sabato e domenica.

A firmare il decreto di fermo è stato il pm della procura della Repubblica di Salerno Marco Colamonici, che ha coordinato le indagini condotte dagli agenti della squadra mobile della questura, diretti dal vicequestore Claudio De Salvo. I due fermati, senza precedenti penali, ora sono rinchiusi nel carcere di Salerno, zona Fuorni: hanno 27 e 19 anni. Al momento gli investigatori non hanno ancora ritrovato il coltello e il tirapugni utilizzati dai due aggressori. Intanto, migliorano lentamente le condizioni del 23enne ricoverato in prognosi riservata all'ospedale Ruggi per la ferita d'arma da taglio al torace che ha intaccato un polmone.

Il ragazzo si trovava con la fidanzata e con altre due coppie di amici: i pesanti apprezzamenti rivolti alle tre ragazze dai tre fermati avevano provocato il disappunto dei tre fidanzati e, successivamente, l'aggressione da parte dei tre "apprezzanti", due dei quali sono ora rinchiusi in carcere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltellamento in piazza della Concordia, due arresti per tentato omicidio

SalernoToday è in caricamento