Usura, accordo prefettura - banche per la prevezione del fenomeno

Nota stampa della prefettura di Salerno

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Siglato in Prefettura il Protocollo per la prevenzione del fenomeno dell’usura

È stato sottoscritto oggi, presso questa Prefettura, il Protocollo di intesa per la prevenzione del fenomeno dell’usura con l’attivazione di procedure operative più snelle ed efficaci per l’utilizzazione dei fondi e la riduzione dei tempi necessari per l’accesso al credito.

  Il documento viene siglato, oltre che dal Prefetto di Salerno Gerarda Maria Pantalone, dal Direttore della filiale salernitana della Banca d’Italia, dall’ABI, dagli Istituti Bancari, dal Presidente della Camera di Commercio, dalla Confcommercio, dalla Confederazione Agricoltori, dall’Unione degli Artigiani e della Piccola Impresa, dai Consorzi di garanzia collettiva fidi e dalle Associazioni provinciali antiracket ed antiusura. 

Grazie a tale nuovo strumento che ha rimodulato l’iter per la concessione dei finanziamenti, viene intensificata la collaborazione tra i soggetti firmatari e potenziato il rapporto tra Banche, Fondazioni ed Associazioni antiusura in funzione di prevenzione del fenomeno.

Le banche aderenti, circa 20, non considereranno più “pregiudizievole” per la concessione del credito la condizione di protestato ma si impegnano a ribancarizzare i soggetti protestati reinserendoli, in tal modo,  nel sistema del credito legale.

 “Si tratta di un’ iniziativa importante - ha dichiarato il Prefetto Pantalone - con cui si intende offrire un concreto ed efficace strumento di prevenzione del fenomeno criminale dell’usura che può trovare fertile terreno nelle difficoltà che scaturiscono dalla attuale, difficile congiuntura economica che sta interessando tutti i settori produttivi e le famiglie. Si vuole colpire un fenomeno non facilmente individuabile nella sua interezza data la sudditanza psicologica che molte volte condiziona l’usurato. È per questo che intendo coinvolgere anche gli Enti locali affinchè possano segnalare le situazioni di maggior disagio e, attraverso l’azione sinergica di tutti gli operatori, diffondere la conoscenza di questo Protocollo inteso quale risposta operativa e base per un futuro confronto tra le parti. Mi piace pure sottolineare - ha aggiunto il Prefetto - che l’ampia partecipazione di questa mattina è la conferma della coesione tra le istituzioni che hanno dimostrato grande  sensibilità verso le esigenze del mondo delle imprese e del lavoro oltre che delle famiglie”.

 

 

 

Torna su
SalernoToday è in caricamento