Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Covid e crisi: risparmio sulla Tari a Castellabate e sostegni alimentari a Bracigliano

La Giunta Comunale di Castellabate ha stabilito, anche per il 2021, agevolazioni per le utenze non domestiche colpite dalla crisi economico-sanitaria, prevedendo uno sgravio del 30% della Tari

Misure di contrasto alla crisi provocata dal Covid, nella nostra provincia. La Giunta Comunale di Castellabate ha stabilito, anche per il 2021, agevolazioni per le utenze non domestiche colpite dalla crisi economico-sanitaria, prevedendo uno sgravio del 30% della Tari per quelle attività economiche produttive che sono state sottoposte a sospensione da provvedimenti governativi. Inoltre sono state indicate le scadenze dei pagamenti relativi alla Tari da effettuarsi o con un unico versamento o stavolta in quattro rate, 31 luglio, 30 settembre, 30 novembre e, per saldo o conguaglio, che verrà definito a seguito dell’approvazione del PEF, entro il 31 dicembre. Per informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio Tributi: 0974/962310 o a mezzo mail a tributi@comune.castellabate.sa.it

Il sindaco Luisa Maiuri

Attraverso la delibera di Giunta appena approvata andiamo a confermare anche per quest’anno la riduzione in bolletta del 30% della Tari comprendendo le grandi criticità che tanti operatori hanno affrontato a causa delle restrizioni anti-contagio. Inoltre al fine di agevolare tutti i contribuenti abbiamo voluto scaglionare ulteriormente i pagamenti aumentando il numero di rate utili per effettuare il versamento del l’acconto Tari di quest’anno.

I sostegni alimentari a Bracigliano

Il Comune di Bracigliano pubblica l’avviso per il sostegno alimentare e i beni di prima necessità. A seguito del decreto Legge 23 Novembre 2020 n. 154, che all’articolo 2 consente ai Comuni l’adozione di ulteriori misure urgenti da destinare all’erogazione di sostegni, i cittadini che sono in condizioni  di  disagio per l'emergenza Covid -19 possono accedere all'erogazione dei  buoni spesa  del valore  unitario     di  euro 100,00 a componente familiare per massimo di euro 500 per nucleo familiare. Tali buoni consentiranno l'acquisto di generi alimentari e di prima necessità, farmaci e parafarmaci presso gli esercizi commerciali inseriti nell'elenco che sarà pubblicato sul sito del Comune

Parla il sindaco Antonio Rescigno

“Un dovere da parte della pubblica amministrazione  intervenire laddove necessario a sostegno dei soggetti maggiormente bisognosi, nella speranza che possa tornare tutto presto alla normalità, in quanto siamo fermamente convinti che la migliore misura di sostegno siano le riaperture e il ritorno al lavoro”.

I requisiti per richiederli

-         tutti i componenti conviventi devono trovarsi in situazione di temporanea difficoltà a seguito dell'emergenza Covid-19 per i seguenti motivi:

1. Chiusura o sospensione di attività lavorativa propria o svolta in qualità di dipendente;

2. Non aver ottenuto ammortizzatori sociali (o non poter accedere a forme di sostegno pubblico comprese quelle previste da autorità statali e regionali per l'emergenza Covid-19- Decreto "Cura Italia")

In via subordinata, l'amministrazione si riserva di valutare anche le richieste di buoni spesa pervenute dai nuclei familiari percettori di forme di sostegno pubblico (reddito di cittadinanza, di pensione o altre forme di ammortizzatori sociali) in situazione di temporanea difficoltà a seguito dell'emergenza Covid-19.

Gli interessati (capofamiglia o chi ne fa le veci) potranno inoltrare istanza al Comune di Bracigliano utilizzando la modulistica allegata entro e non oltre le ore 12 del giorno 31 maggio mediante:

-         Posta elettronica certificata del comune protocollo@pec.comune.bracig!iano.sa.it;

-         Consegna a mano;

-         Posta  ordinaria: via Salvatore De Angelis – cap 84082 Bracigliano (SA)

allegando obbligatoriamente copia di un documento di riconoscimento del sottoscrittore.              '        ·

Coloro i quali sono impossibilitati all'inoltro dell'istanza in via telematica, possono telefonare al numero 081.5184216 del Comune (Dott.ssa Maria Santaniello) che fornirà istruzioni in merito. In caso le risorse disponibili si rivelassero insufficienti a coprire per intero tutti i nuclei aventi diritto, l'importo dovuto sarà rideterminato sulla base delle risorse disponibili fino ad esaurimento delle stesse.

 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid e crisi: risparmio sulla Tari a Castellabate e sostegni alimentari a Bracigliano

SalernoToday è in caricamento