Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca

Aggredisce e ferisce gli agenti, istigando altri detenuti: caos presso il carcere di Salerno

Un detenuto si è scagliato contro due agenti di polizia penitenziaria e, approfittando del fattore sorpresa, li ha colpiti al volto, con una testata e un pugno

Caos presso il carcere di Fuorni. Il fatto si è verificato ieri pomeriggio, poco dopo le 17, durante la somministrazione del vitto serale. Come riporta La Città, un detenuto si è scagliato contro due agenti di polizia penitenziaria e, approfittando del fattore sorpresa, li ha colpiti al volto, con una testata e un pugno. Poi ha cercato di dare vita a una rivolta, istigando gli altri detenuti a prender parte ad una sorta di rissa. Ma, tempestivamente, è stato bloccato dagli altri agenti: il detenuto di origini marocchine, responsabile del pestaggio, è stato infatti fermato e portato nel reparto d’isolamento. Così si è riusciti a ripristinare l’ordine.

La dinamica

Per futili motivi il magrebino si è scagliato contro gli agenti, provocando ad uno la rottura del setto nasale e all’altro lesioni al volto. Tant’è che è stato necessario ricorrere alle cure dei medici del Ruggi ed è stato disposto il ricovero in ospedale. Anche un terzo agente è stato colpito, con un calcio. L’autore dell’aggressione è un detenuto che da pochi giorni è stato trasferito dal carcere di Poggioreale, per motivi di ordine e sicurezza. Ed ora si è distinto, certo non per merito, anche presso la casa circondariale di Salerno.

L'intervento di Edomondo Cirielli, deputato di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale:

“Presenterò una nuova interrogazione parlamentare al ministro Orlando sull’ennesimo episodio di violenza consumatosi nella prima sezione della casa circondariale di Fuorni, dove vige il regime delle celle aperte. Ancora un’aggressione ai danni della Polizia Penitenziaria, già costretta ad operare in condizioni di grande difficoltà per la carenza di organico.

La situazione è davvero preoccupante  e occorre che il governo prenda atto del problema e intervenga. Gli agenti di polizia penitenziaria, a cui esprimo la mia vicinanza, vanno tutelati e messi soprattutto nelle condizioni di poter lavorare al meglio, considerata la delicatezza del loro compito. Non si può continuare a far finta di niente. Bisognerà capire se l’episodio di Fuorni, così come i tanti che si verificano nelle carceri di tutta Italia, siano il frutto del nuovo sistema di custodia attenuata voluto dal Pd”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredisce e ferisce gli agenti, istigando altri detenuti: caos presso il carcere di Salerno
SalernoToday è in caricamento