Comune di Cava: capo del personale aggredito da un ex dipendente, la solidarietà del Csa

Rispoli: "Non è possibile che in questo paese chi cerca di far rispettare le regole rischi persino di essere sottoposto a violenza"

"Siamo vicini a chi subisce violenza solo perché sta facendo il suo lavoro

La solidarietà

Lo ha dichiarato Angelo Rispoli, segretario Csa, in merito a quanto accaduto a Francesco Sorrentino, capo del personale del Comune di Cava de’ Tirreni che, nei giorni scorsi, è stato protagonista di un fatto increscioso. Mentre era a Palazzo di Città, nel corso di una riunione, infatti, il dirigente è stato raggiunto e aggredito da un ex dipendente comunale, per una vicenda legata allo sfratto di quest’ultimo da un alloggio. Il funzionario è stato anche costretto a ricorrere alle cure del pronto soccorso per la violenza subita.

Parla Rispoli

"Solidarietà a chi svolge il proprio lavoro e siamo sicuri non lo abbia fatto a cuor leggero. Non è possibile che in questo paese chi cerca di far rispettare le regole rischi persino di essere sottoposto a violenza. Conosciamo il capo del personale come un uomo garbato, ma a parte questo, il suo caso è simile a quello di numerosi operatori, anche in altri settori, che si ritrovano esposti a vessazioni e maltrattamenti solo perché tentano di fare il loro dovere".

Potrebbe interessarti

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Invasione di insetti rossi a Salerno: la gente scappa dal lungomare

  • Il mare più bello d'Italia è quello di Pollica e del Cilento Antico: parola di Legambiente e Touring Club

I più letti della settimana

  • "Do 1000 euro a chi restituisce il cellulare alla mamma di Alessandro": l'appello di un nostro lettore

  • Dramma a Nocera, precipita dal tetto di una scuola: muore operatore

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Festeggiano il matrimonio in un ristorante ma non pagano il conto: neo sposini nei guai

  • Salerno, i Nas chiudono laboratorio di analisi: sequestri anche in provincia

Torna su
SalernoToday è in caricamento