Lunga attesa all'ospedale di Nocera: calci e pugni contro lo sportello

Ha tentato di aggredire il personale sanitario: una donna, ieri mattina, mentre si trovava all'ufficio Ticket e Cup dell'ospedale, ha perso le staffe

Non sopportava più l'attesa, così, stanca di aspettare, ha iniziato a sferrare calci e pugni contro lo sportello dell'ospedale Umberto I di Nocera Inferiore. Non contenta, ha tentato di aggredire il personale sanitario: una donna, ieri mattina, mentre si trovava all'ufficio Ticket e Cup dell'ospedale, per futili motivi, avrebbe perso le staffe.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La tensione

Sempre alta, la tensione che si respira al pronto soccorso. La situazione, ad ogni modo, è rientrata grazie all'intervento dei presenti che hanno riportato la calma, dopo l'ennesimo episodio registrato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo con la febbre: la mamma non aspetta il tampone e lo porta in ospedale, entrambi positivi

  • Incidente a Olevano: troppo gravi le ferite, muore 43enne

  • Covid-19: positivo anche un vigile collegato ai casi di Pontecagnano, sospetto di contagio a Cava

  • Violate norme anti Covid: la polizia chiude bar a Salerno

  • Travolte da un'auto su un muretto, amputata la gamba a Giulia: l'amica avvia una raccolta fondi

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, oggi 2 positivi ad Eboli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento