rotate-mobile
Cronaca Giffoni Valle Piana

Picchia il vicino di casa con un tubo di ferro: idraulico di Giffoni torna in libertà

Il tribunare del Riesame di Salerno ha revocato la misura cautelare degli arresti domiciliari ritenendo valida la legittima difesa seppure con un eccesso colposo

E' tornato in libertà l'idraulico di 43 anni di Giffoni Valle Piana, accusato di aver aggredito un suo vicino di casa con un tubo, a seguito di una lite verificatasi lo scorso 18 agosto. Il tribunare del Riesame di Salerno, infatti, ha revocato la misura cautelare degli arresti domiciliari ritenendo valida la legittima difesa seppure con un eccesso colposo. 

Il fatto

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, l’uomo, al termine di una violenta discussione sfociata in aggressione per rancori personali e vicende condominiali, colpì ripetutamente sul cranio un 54enne, suo vicino di casa, con un pesante tubo di ferro. Quest’ultimo fu trasportato d’urgenza prima all’ospedale di Salerno e poi a Napoli dov’è stato sottoposto ad un intervento maxillo facciale per ricomporre le fratture riportate alla mandibola e medicare le ferite alla testa. Di qui, l’avvio delle indagini da parte dei carabinieri e l’arresto dell’idraulico, che da giovedì sera è tornato libero dopo l’accettazione del ricorso presentato dal suo legale ai giudici. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia il vicino di casa con un tubo di ferro: idraulico di Giffoni torna in libertà

SalernoToday è in caricamento