rotate-mobile
Cronaca Vallo della Lucania

Infermiere aggredito al Pronto soccorso di Vallo, il Nursind Salerno: "Urge un tavolo di crisi"

Tomasco ha espresso il suo sostegno incondizionato agli operatori del Pronto soccorso di Vallo della Lucania

Dopo giorni dall'aggressione ai danni di un infermiere del Pronto soccorso di Vallo della Lucania, si proinuncia anche il Nursind Salerno. "La recente aggressione ha dimostrato ancora una volta la deprecabile abitudine di aggredire operatori sanitari in servizio, ignorando le istituzioni che dovrebbero impedire tali episodi - ha detto il segretario generale del Nursind, Biagio Tomasco - La situazione è stata precedentemente affrontata in sede prefettizia, ma le promesse delle autorità sanitarie non sono state mantenute, secondo quanto affermato dal Nursind".

L'appello

“Chiediamo l'attivazione di un tavolo di crisi, coinvolgendo le forze dell'ordine, le autorità sanitarie e le rappresentanze sociali. L'obiettivo è elaborare azioni concrete per contenere tali episodi inaccettabili. La mancata adozione, da parte della Regione Campania, delle linee guida sul sovraffollamento dei Pronto soccorso, segnalata più volte dal Nursind a livello regionale, aggiunge un ulteriore livello di complessità al problema”.

Infine, Tomasco ha espresso il suo sostegno incondizionato agli operatori del Pronto soccorso di Vallo della Lucania: “Nonostante la costante carenza di personale, essi continuano a fornire assistenza professionale e dedicata a una popolazione turistica di quasi 1 milione di residenti nel comprensorio cilentano - ha concluso. - L'aggressione a un infermiere richiama l'attenzione sull'urgente necessità di proteggere gli operatori sanitari durante l'espletamento dei loro doveri e di adottare misure decisive per garantire la loro sicurezza. Come Nursind continueremo a lottare per una soluzione concreta e incisiva a questo problema, sottolineando l'importanza di un approccio collaborativo e multidisciplinare per affrontare la questione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infermiere aggredito al Pronto soccorso di Vallo, il Nursind Salerno: "Urge un tavolo di crisi"

SalernoToday è in caricamento