Aggredito un agente della Municipale ad Agropoli: fermato un ex pugile, parla il sindaco

Vicinanza, dall'amministrazione comunale, per il vigile preso di mira. Ecco la condanna del gesto da parte del sindaco

foto archivio

Aggressione, ieri sera, ad Agropoli: la vittima è un agente della Polizia municipale che, nei pressi di via Granatelle, durante i servizi di controllo nei luoghi della movida per il rispetto delle prescrizioni anti-Covid19, è stato colpito alle spalle da un ex pugile. Il Comune di Agropoli procederà, attraverso i propri legali, a sostenere il proprio dipendente, che ha riportato la frattura di due costole. 

Inaudita, la violenza dell'aggressore, 48enne con un passato da pugile professionista, che, per cause da accertare, ha dapprima colpito l'agente alle spalle, procurandogli la frattura al costato per poi fuggire. L'uomo, successivamente, è stato identificato: sono in corso indagini per far luce sulla vicenda.

Parla il sindaco Adamo Coppola

"Condanniamo fermamente la violenta aggressione subita dal nostro vigile urbano mentre era nello svolgimento delle sue mansioni. Un gesto indegno che è stato compiuto a danno di un pubblico ufficiale, il quale si è sempre distinto per serietà e professionalità.

Mentre auguro una pronta guarigione al nostro vigile urbano, confido che il protagonista di questa vergognosa vicenda, possa venire presto assicurato alla giustizia. La nostra città ha sempre respinto ogni forma di violenza e sempre lo farà".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Decreto del 4 dicembre: che cosa succederà a Natale, le indiscrezioni

Torna su
SalernoToday è in caricamento