menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prova ad uccidere tre stranieri sul lungomare di Salerno: arrestato 20enne

L'increscioso episodio si è verificato lo scorso mese di giugno nei pressi della Camera di Commercio. Fermati anche due complici, entrambi trentaduenni originari del capoluogo. Le indagini svolte dalla Polizia di Stato

Un ventenne di Salerno, C.I le sue iniziali, è stato arrestato dalla polizia con l’accusa di tentato omicidio e di lesioni gravi nei confronti di tre extracomunitari. Per lo stesso reato, gli investigatori della Squadra Mobile, nei giorni scorsi, hanno ammanettato anche i complici del giovane, G. L e M.M, entrambi trentaduenni originari del capoluogo. Le indagini della “Sezione Falchi” sono partite a seguito dell’aggressione subita dai tre cittadini stranieri sul lungomare di Salerno alla fine del mese di giugno. In quella circostanza le vittime, domiciliate presso il centro S.P.A.R. (Sistema Richiedenti Asilo e Rifugiati), furono avvicinate ed accerchiate dal 20enne e dai suoi complici all’altezza della Camera di Commercio. Prima vennero aggrediti verbalmente affinchè rivelassero dove si trovava un loro connazionale, tale “Bob ”, autore, secondo quanto riferito dal giovane e dai suoi complici, di un’aggressione fisica ad alcuni cittadini italiani; successivamente gli stranieri furono colpiti al volto e feriti con un coltello. Ad uno di loro, inoltre, venne inferto un colpo alla testa con un oggetto a punta che gli provocò una grave ferita, con la fuoriuscita di materia cerebrale dal capo. Inevitabile la corsa in ospedale e la sottoposizione ad un intervento chirurgico per salvargli la vita.

Gli investigatori della Polizia di Stato intervenuti sul posto si misero subito sulle tracce degli aggressori riuscendo ad individuarli e fornendo all’Autorità giudiziaria un panorama così grave da poter  supportare l’emissione dei provvedimenti restrittivi della libertà personale per i tre individui. Per l’inaudita violenza usata nei suoi confronti e per le gravi ferite riportate, una delle vittime necessita ancora oggi di cure mediche e di ulteriori interventi per recuperare la piena funzionalità del linguaggio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento