Cronaca

Aggrediva e minacciava i familiari per i soldi: minore salernitano finisce in comunità

A stabilirlo, con un’apposita ordinanza il Gip del Tribunale per i Minorenni di Salerno accogliendo la richiesta del pm. Il provvedimento è stato eseguito, nella tarda mattinata di ieri, dagli agenti della Squadra Mobile

La Procura

E’ stato condotto in una comunità il ragazzo di 17 anni che, nelle scorse settimane, si era reso protagonista di continua aggressioni nei confronti  dei suoi familiari. A stabilirlo, con un’apposita ordinanza, il Gip del Tribunale per i Minorenni di Salerno accogliendo la richiesta del pm. Il provvedimento è stato  eseguito, nella tarda mattinata di ieri, dagli agenti della Squadra Mobile.

L'inchiesta

L’indagine è stata avviata dopo l’ennesima richiesta di aiuto da parte dei familiari del minore, vessati e costretti a vivere in un vero e proprio clima di terrore a causa delle continuere richieste di denaro fatte dal giovane. Richieste – sostengono dalla Procura – accompagnate da aggressioni, minacce e violenze di qualunque genere. Nonostante il comportamento del giovane, i familiari avevano sempre ritrattato le loro denunce nella speranza di riuscire a contenere il minore, sino al 12 gennaio scorso quando, quest’ultimo, è arrivato ad aggredire sia la mamma che la nonna per ottenere la chiave di una stanza dell’appartamento dove lui stesso aveva nascosto dello stupefacente. Un’aggressione vera e propria che provocò lesioni fisiche alle due donne che sono state costrette a ricorrere alle cure dei sanitari. Nella stessa occasione, dopo aver estratto un coltello, arrivò a minacciare anche il fratello e lo zio che intervennero per difendere le due vittime. Da qui le nuove indagini coordinate dalla Procura del Tribunale dei Minorenni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggrediva e minacciava i familiari per i soldi: minore salernitano finisce in comunità

SalernoToday è in caricamento