Salerno Pulita, Filas proclama lo stato d'agitazione: l'appello

Il sindacato: "Purtroppo dobbiamo registrare l’assenza di un concreto interesse a mantenere in vita la Salerno Pulita, basti pensare che ad oggi il contratto dei servizi ancora non viene sottoscritto"

E' stato proclamato lo stato di agitazione ed indetto un sit-in di protesta, dalla Filas (Federazione Italiana Lavoratori Ambiente e Servizi): l'iniziativa riguarda i dipendenti di Salerno Pulita, addetti alle attività del ciclo integrato dei rifiuti, "in ragione del disimpegno del Committente e della Società relativamente agli accordi assunti". Riflettori puntati, infatti, sulla rideterminazione di un differente orario di lavoro più utile alle fasi operative della Salerno Pulita, tale anche da generare economie per la stessa e sulla definitiva fuoriuscita dal precariato delle maestranze ancora a tempo parziale. Nonchè, il sindacato mira alla sottoscrizione  di un nuovo contratto dei servizi che preveda con puntualità i reali costi di gestione, necessari per il  rilancio dell’ azione sul territorio comunale, anche con il  ripensamento della attuale dotazione impiantistica, sito Ostaglio e impianto di compostaggio, meritevoli di adeguamenti strutturali ed operativi. "Purtroppo dobbiamo registrare l’assenza di un concreto interesse a mantenere in vita la Salerno Pulita, basti pensare che ad oggi il contratto dei servizi ancora non viene sottoscritto e, meno che mai, sembrerebbe recepirne i costi reali del servizio, quasi a sancire la necessità di un nuovo gestore", sbottano dalla Filas.

La nota sindacale

Dall’insediamento del nuovo A.U., in coerenza con il nostro modo di fare Sindacato, non abbiamo mai fatto mancare il supporto delle maestranze che ci onorano della loro fiducia, non consentiremo però di calpestare la dignità e l’intelligenza  di quanti tra i lavoratori ogni giorno svolgono il proprio dovere anche oltre il dovuto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per tutto quanto sopra è proclamato ad horas lo stato di agitazione di tutto il personale, informandovi che trascorsi 5 giorni dalla presente senza alcun riscontro, saranno intraprese azioni di protesta ai sensi della vigente normativa in materia. Il giorno 28 Gennaio sarà programmata un assemblea dei lavoratori negli spazi antistanti il Comune di Salerno: si formalizza richiesta dell’area alla Questura, occasione nella quale saranno rappresentati i numeri reali delle potenzialità di Salerno Pulita ed i relativi risparmi conseguibili a fronte di  una società realmente supportata dal Socio Unico.  
 
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Superenalotto, la Dea bendata bacia Salerno: vinti 25mila euro

  • Covid-19: il coprifuoco inizia venerdì, De Luca denuncia la mancanza di personale sanitario

  • Ordinanza anti-Covid di De Luca, i commercianti bloccano via Roma: "Il sindaco scenda dal Comune"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento