De Luca avverte: "I Covid Hospital restano aperti, a ottobre non si sa cosa succede"

Il governatore della Campania, a margine della riapertura dell'ospedale di Agropoli, si sofferma sulle misure adottate dalla Regione in vista dell'autunno

De Luca

“I Covid Center devono rimanere, perché nessuno è in grado di dire quello che accadrà ad ottobre”. A ribadirlo, oggi, è il governatore della Campania Vincenzo De Luca, a margine dell’inaugurazione del presidio ospedaliero di Agropoli. “Incrementeremo – dice - i posti-letto di terapia intensiva fino ad 800 unità, che ovviamente ci auguriamo non servano. Ma oggi noi programmiamo rispetto all’ipotesi peggiore, per avere maggiore tranquillità e poter garantire l’assistenza migliore in qualsiasi scenario”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Superenalotto, la Dea bendata bacia Salerno: vinti 25mila euro

  • Covid-19: il coprifuoco inizia venerdì, De Luca denuncia la mancanza di personale sanitario

  • Ordinanza anti-Covid di De Luca, i commercianti bloccano via Roma: "Il sindaco scenda dal Comune"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento