rotate-mobile
Cronaca Agropoli

Clan De Micco, arrestato ad Agropoli il giovane latitante Antonio Nocerino

Il 18enne, ricercato da diverse settimane, è stato scovato all'interno di un bungalow situato in un noto villaggio turistico agropolese.

Si era reso irreperibile dallo scorso mese di maggio. Ma la latitanza per Antonio Nocerino, ritenuto esponente del clan De Micco del quartiere Ponticelli, alla periferia di Napoli, è finita questa mattina quando gli agenti della Squadra Mobile della Questura lo hanno scovato in un noto villaggio turistico di Agropoli. Il blitz è stato eseguito al termine di una serie di indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia.

Nocerino, che ha soli 18 anni, era destinatario di una ordinanza cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Napoli poichè indagato per i reati di associazione di tipo mafioso, per aver partecipato al gruppo De Micco-Bodo, attivo nel territorio di Ponticelli, nonchè di tentativo di omicidio, in relazione all’agguato avvenuto ai danni di Carmine Aloia, lo scorso 9 gennaio, che riuscì a fuggire benché gravemente ferito. Nocerino era irreperibile dallo scorso mese di maggio quando, ancora prima dell’esecuzione della misura, si era allontanato arbitrariamente da una comunità dove stava scontando un’altra misura cautelare ricevuta in età minore.

I poliziotti sono intervenuti all’alba e, dopo aver localizzato il bungalow dove alloggiava, lo hanno sorpreso nel sonno, impedendogli la fuga. Il clan camorristico è noto anche per la scelta di taluni affiliati di certificare la loro fedeltà al gruppo attraverso dei tatuaggi che rimarcano la parola Bodo, dal soprannome dei fratelli De Micco, promotori del clan.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clan De Micco, arrestato ad Agropoli il giovane latitante Antonio Nocerino

SalernoToday è in caricamento