Agropoli, donna cinese uccisa in casa: nuovi rilievi dei Ris

Continuano le indagini sulla donna di nazionalità cinese uccisa nel dicembre scorso in un appartamento di via Caravaggio, ad Agropoli. La donna sarebbe stata soffocata

Continuano le indagini sulla donna di nazionalità cinese uccisa nel dicembre scorso in un appartamento di via Caravaggio, ad Agropoli. La donna sarebbe stata soffocata. A fornire ulteriori dettagli sarà l’autopsia eseguita due settimane fa presso il “San Luca” di Vallo della Lucania. Intanto le indagini proseguono. Questa mattina gli uomini del Ris hanno effettuato nuovi rilievi nell’appartamento dove è stato trovato il corpo. La donna era nuda sul letto con le mani legate e del nastro adesivo a coprirle quasi interamente la bocca. Aveva 49 anni e si chiamava Lin Suqing. A coordinare le indagini il procuratore capo di Vallo Antonio Ricci e il sostituto procuratore Paolo Itri. I carabinieri di Agropoli hanno recuperato le immagini delle telecamere di videosorveglianza di alcune stazioni ferroviarie che potrebbero contenere informazioni utili, prendendo contatti anche con l'ambasciata cinese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia all'Università di Fisciano: giovane precipita dal parcheggio multipiano e muore

  • Blitz a Casa Campitelli di Pagani, scoperta "azienda" della droga: 13 arresti

  • Suicidio all'Unisa, il cordoglio di Loia: in arrivo tre psicologi per gli studenti

  • Gelo a Ricigliano, il parroco ai fedeli: "Celebro la messa a casa vostra"

  • Contursi Terme piange Mumù, il sindaco dei cani

Torna su
SalernoToday è in caricamento