menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Agropoli, 15enne si lancia sui binari dopo il suicidio del fidanzato

La giovane, G.S, era la ragazza del giovane che, tre mesi fa, si è tolto la vita sparandosi un colpo di pistola alla testa al poligono di tiro di Eboli. Familiari e amici sotto choc

E’ la fidanzata di A.L.D.A, il ragazzo che si sparò un colpo alla testa al poligono di tiro di Eboli, la giovane di 15 anni, G.S, originaria di Pollica, che, sabato pomeriggio, si è tolta la vita presso la stazione ferroviaria di Agropoli-Castellabate.  

Il dramma

Secondo alcuni presenti, la giovane, vedendo l'arrivo di un treno Intercity, si sarebbe stesa sui binari. Nonostante i tentativi di frenata, il treno l'ha travolta e uccisa. La quindicenne avrebbe avuto con sè un biglietto nel quale avrebbe spiegato le ragioni del gesto. Sembra che vivesse un malessere interiore che probabilmente portava avanti dal suicidio del fidanzato.

Il dolore

In tanti, fra amici e conoscenti, si sono stretti attorno al dolore dei familiari. Sotto choc anche i compagni di classe dell’istituto “Cenni-Marconi” di Vallo della Lucania. La salma è stata restituita ai genitori. Domani (lunedì 28 ottobre), alle ore 10, i funerali nella chiesa di Pollica.

La lettera del sindaco Pisani:

"Ciao G, di te ho conosciuto poco... in te e nei brillanti e giovani talenti della nostra terra ho sempre riposto la speranza di un domani migliore, vi vedo a passeggio per i nostri vicoli, alle recite scolastiche, vi osservo e spero sempre che una lunga e luminosa strada piena di gioia e di successi vi attenda. Oggi per te, purtroppo, al posto di quelle speranze ci sono in noi solo amarezza, dolore e sgomento per il gesto grave ed estremo che hai scelto di compiere. Le tue giovani ali pronte a spiegarsi verso la vita non hanno retto il peso del dolore e del tormento che ti chiudevi dentro. Il mio cuore di padre piange lacrime amare e si augura che ora finalmente tu abbia trovato la pace e serenità che meriti, proteggi la tua famiglia e se puoi allevia la loro atroce sofferenza. Ora che sei un Angelo indica la strada a tutti i giovani tuoi coetanei per trovare la forza e il coraggio per vincere le battaglie che ogni giorno questo mondo frenetico e troppo spesso cieco e insensibile pone sul loro cammino. Ciao che la terra ti sia lieve"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento