Uccise e bruciò il cadavere del padre: arrestato 45enne ad Agropoli

L’omicidio avvenne al termine di una furibonda lite familiare in località Occiano a Montecorvino Pugliano. In primo grado era stato condannato a 14 anni anche se pubblico ministero chiese una condanna all’ergastolo

Un 45enne di Agropoli, Gianfranco Di Francesco, è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di omicidio. L’uomo, nell’agosto del 2014, uccise a calci e pugni il padre Romano e poi bruciò il cadavere abbandonandolo in località Occiano a Montecorvino Pugliano. L’omicidio avvenne al termine di una furibonda lite familiare. In primo grado era stato condannato a 14 anni anche se pubblico ministero chiese una condanna all’ergastolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poi la sentenza di secondo grado ha diminuito la pena a 10 anni. Un anno e mezzo di reclusione per Annunziata Mercadante (moglie di Romano Di Francesco) e Tonia Di Francesco, sorella di Giancarlo: entrambi hanno patteggiato un anno e sei mesi per distruzione e vilipendio di cadavere con la pena sospesa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Salerno non è turistica: ha solo la fortuna di essere tra 2 costiere", la amara denuncia di un lettore

  • Muore folgorata in casa, la difesa dell'elettricista: "Indagate tutti i familiari"

  • Caso sospetto di Covid-19 a Salerno, medico del 118 in isolamento

  • Mare con schiuma gialla e meduse morte tra Pontecagnano e Battipaglia

  • Covid-19, De Luca: "In Campania fatto miracolo". E annuncia: "Vaccino contro tumore"

  • Coronavirus, nuovi 10 contagi in Campania: il bollettino

Torna su
SalernoToday è in caricamento