Uccise e bruciò il cadavere del padre: arrestato 45enne ad Agropoli

L’omicidio avvenne al termine di una furibonda lite familiare in località Occiano a Montecorvino Pugliano. In primo grado era stato condannato a 14 anni anche se pubblico ministero chiese una condanna all’ergastolo

Un 45enne di Agropoli, Gianfranco Di Francesco, è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di omicidio. L’uomo, nell’agosto del 2014, uccise a calci e pugni il padre Romano e poi bruciò il cadavere abbandonandolo in località Occiano a Montecorvino Pugliano. L’omicidio avvenne al termine di una furibonda lite familiare. In primo grado era stato condannato a 14 anni anche se pubblico ministero chiese una condanna all’ergastolo.

Poi la sentenza di secondo grado ha diminuito la pena a 10 anni. Un anno e mezzo di reclusione per Annunziata Mercadante (moglie di Romano Di Francesco) e Tonia Di Francesco, sorella di Giancarlo: entrambi hanno patteggiato un anno e sei mesi per distruzione e vilipendio di cadavere con la pena sospesa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

Torna su
SalernoToday è in caricamento